Condividi

Fiori nell’arte: messaggio sociale, politico e culturale

Con la mostra “ DURCH DIE BLUME FLORALE METAMORPHOSEN” dal 6 aprile al 21 luglio, ecco che Matthia Lobke, Kunstverein Heilbronn, Gabriele Sabbia e Sprengel Museum Hannover, interpretano la metamorfosi del significato di piante e fiori.

Fiori nell’arte: messaggio sociale, politico e culturale

I fiori sono compagni naturali e meravigliosi in tutte le nostre situazioni di vita. Che si tratti di amore, tristezza o gioia, per tutte le eventualità esiste una pianta che rappresenta sentimenti e significati diversi. Attraverso il fiore anche i messaggi si possono trasmettere. Ma ci sono anche aree politiche, sociali e culturali, in cui i fiori e le piante sono assegnati a diversi livelli di significato e sono anche usati per veicolare messaggi.

Taryn Simon, ad esempio, si occupa di fiori come testimoni silenziosi e di dettagli decorativi della messa in scena politica. Il fiore come metafora della sensualità erotica è mostrato da Nobuoyoshi Araki nelle sue fotografie. Dipinti con maestria magistrale, l’amaryllis di Maria Brunner è un segno di transitorietà. Le piante come motivi tra figuratività e astrazione sono mostrate da Marta Guisande.



Una testimonianza di errore umano e disastro ecologico è il “Chernobyl Herbarium” dell’artista francese Anais Tondeur. Andreas Karl Schulze mostra un bouquet astratto, e il classico ritratto è a Tobias Rehberger per bouquet in vaso. Natalie Czech ci introduce per implementare processi di critica d’arte e Bas Jan Ader e il mito di Sisifo, con un mazzo di fiori, ha apparentemente risistemato una certa fine.

Luc Tuymans è rappresentato con le raffigurazioni di un vaso di fiori con fiori, un motivo meno noto nel suo lavoro. Silke Wagner sensibilizza con il suo progetto “Migration and Plant” per uno sguardo alla cooperazione quotidiana che ben funzionante da secoli.

Commenta