Condividi

Fincantieri: 2 nuove navi, il titolo corre

Il gruppo ha firmato con Viking Ocean Cruises un memorandum of agreement per la costruzione di altre due navi da crociera.

Fincantieri: 2 nuove navi, il titolo corre

In una giornata negativa per la Borsa di Milano, con il Ftse Mib in rosso dell’1 per cento a metà mattina, brilla a Piazza Affari il titolo di Fincantieri, che negli stessi minuti viaggia in rialzo del 2 per cento, a 0,7775 euro. A innescare l’ondata di acquisti è stata la notizia che il gruppo ha firmato con Viking Ocean Cruises un memorandum of agreement per altre la costruzione di due navi da crociera, con l’opzione per ulteriori due.

Nel dettaglio, le nuove unità saranno gemelle delle sei già ordinate ed entreranno a far parte della flotta di Viking rispettivamente nel 2021 e nel 2022. Ogni nave ha una stazza lorda di circa 47.800 tonnellate e ospita a bordo 930 passeggeri in 465 cabine.

La prima nave per Viking Ocean Cruises, Viking Star, è stata consegnata nella primavera del 2015 presso il cantiere di Marghera. La seconda e la terza, Viking Sea and Viking Sky, sono state consegnate ad Ancona rispettivamente all’inizio del 2016 e del 2017. La consegna a Viking della quarta unità, Viking Sun, avverrà alla fine del 2017 e quella della quinta, Viking Spirit, nel 2018. La sesta nave, ancora senza nome, sarà consegnata nel 2019, facendo di Viking la più grande compagnia di navi oceaniche di piccole dimensioni.

Le previsioni dicono che nel 2020 Viking avrà una quota di mercato dominante nel settore lusso, pari al 23,9% (su base posto-letto, secondo la rivista specializzata Cruise Industry News). Le navi ulteriori si sommeranno a questa già impressionante statistica.

“Lo straordinario momento del settore crocieristico continua – ha commentato Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri – e con questo annuncio Fincantieri ribadisce con forza la propria leadership mondiale. Con queste ulteriori navi la serie che ha preso avvio dal prototipo di Viking Star raggiunge quota otto, con la possibilità di allungarsi ancora grazie ai piani di espansione di questa vivace compagnia che, da leader mondiale del comparto river, decise di entrare in quello delle crociere oceaniche con una startup insieme a Fincantieri come costruttore, ottenendo un enorme successo. Non possiamo che considerare quindi questo accordo un granderisultato sia strategico che commerciale, che ci consente di consolidare ulteriormente la nostra già ottima relazione con Viking Ocean Cruises”.

Commenta