Condividi

Enea: tra 100 anni Venezia sarà sommersa

E’ questa l’allarmante conclusione cui arriva una ricerca realizzata dall’Enea sul livello delle acque nel Mare Mediterraneo – La mappa delle zone più a rischio dall’Adriatico alla Sicilia.

Enea: tra 100 anni Venezia sarà sommersa

Venezia? Tra cento anni potrebbe essere sommersa. E’ questo infatti il più allarmante dei risultati emersi  da una ricerca realizzata dall’Enea sul livello delle acque nel Mare Mediterraneo, rapportata ad un arco temporale degli ultimi 1000 anni. Ora, si è visto che che il Mediterraneo si è innalzato di circa 30 cm negli ultimi 1.000 anni rispetto a un aumento più che triplo previsto nei prossimi 100 anni dal gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite (IPCC). La ricerca sulle variazioni del livello del Mediterraneo coordinata dall’ENEA dimostra come le previsioni al 2100 dell’IPCC rappresentino un’evidente accelerazione dell’innalzamento del livello dei mari, dovuta principalmente al cambiamento climatico. Lo studio, appena pubblicato sulla rivista scientifica Quaternary International dell’editore Elsevier, è stato realizzato insieme a ricercatori dell’INGV e delle Università di Roma “La Sapienza”, Bari “Aldo Moro”, Lecce, Catania, Haifa (Israele), Parigi e Marsiglia (Francia).

“La ricerca ha preso in esame l’innalzamento del nostro mare in un arco temporale mai studiato prima”, spiega Fabrizio Antonioli del Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti dell’ENEA, che ha coordinato lo studio.



“In Italia – conclude Antonioli – sono 33 le aree a rischio a causa dell’aumento del livello del mare. Le zone più estese si trovano sulla costa settentrionale del mare Adriatico tra Trieste e Ravenna, altre aree particolarmente vulnerabili sono le pianure costiere della Versilia, di Fiumicino, le Piane Pontina e di Fondi, del Sele e del Volturno, l’area costiera di Catania e quelle di Cagliari e Oristano. Il massimo aumento del livello delle acque è atteso nel Nord Adriatico dove la somma del mare che sale e della costa che scende raggiungerà valori compresi tra 90 e 140 centimetri”.

Commenta