Condividi

Covid: il Governo sbanda, Mattarella lo richiama, il ministro tra due fuochi. In bilico le mascherine in ospedale

Le prime mosse sulla sanità del Governo Meloni fanno discutere e lunedì 31 saranno al centro del Consiglio dei ministri: mascherine o no negli ospedali?

Covid: il Governo sbanda, Mattarella lo richiama, il ministro tra due fuochi. In bilico le mascherine in ospedale

Il Governo Meloni non è certamente partito col piede giusto nella lotta al Covid. Il segnale di discontinuità che la premier Meloni vorrebbe dare rispetto alle precedenti gestioni del ministro della Salute, Roberto Speranza, stanno suscitando più critiche e perplessità che consensi, al punto che è dovuto intervenire anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per suggerire all’Esecutivo di correggere il tiro. “Il peggio è passato, ma il virus non è sconfitto” ha detto il Capo dello Stato: a buon intenditore poche parole.

COVID, I TRE PUNTI DEL GOVERNO CHE DOMANI SARANNO AL CENTRO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Il Governo è partito lancia in resta sul Covid con tre mosse che fanno discutere e che saranno domani al centro del Consiglio dei ministri: 1) sospendere immediatamente l’obbligo vaccinale per il personale sanitario, anticipando dal 31 dicembre al primo novembre la scadenza della norma e reintegrando gli oltre 3 mila medici e infermieri No Vax; 2) congelare le multe ai No Vax fino al 30 giugno 2023 attraverso un emendamento al Decreto Aiuti; 3) mantenere o meno l’uso delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa, il cui obbligo scade domani e che inizialmente il nuovo ministro della Salute, Orazio Schillaci, voleva eliminare tout court ma che si è riservato di decidere all’ultimo minuto dopo un consulto tecnico con l’ospedale Spallanzani di Roma e soprattutto dopo l’eloquente e fermo richiamo del Presidente Mattarella.

COVID, TRE IPOTESI PER LE MASCHERINE

Secondo quanto riferisce stamattina la Repubblica, le alternative di fronte alle quali si trova il Governo sulle mascherine sono tre: 1) confermare l’obbligo di mascherine per medici e infermieri e raccomandarne fortemente l’uso ai visitatori; 2) confermare l’obbligo di mascherina negli ambienti sanitari più esposti come il pronto soccorso, gli ambulatori e i reparti ospedalieri ma eliminarlo nei luoghi non strettamente di cura come i bar degli ospedali, le sale d’attesa, le casse; 3) mantenere l’obbligo di mascherina per tutti negli ospedali e nelle Rsa dopo il richiamo del Capo dello Stato e le preoccupazioni espresse dalle Regioni e dal mondo della sanità come ha detto ieri il Presidente degli Ordini dei medici, Filippo Anelli, secondo cui “uscire dalla fae dell’emergenza non significa abbassare la guardia”. Per il mantenimento delle mascherine almeno negli ambienti sanitari più a rischio si è pronunciato anche il noto infettivologo genovese, Matteo Bassetti.

Ora la parola spetta in primo luogo al nuovo ministro della Salute, che è un medico e che quindi conosce bene la materia, ma che deve dimostrare di saper resistere alle spinte demagogiche che salgono dalla destra e dal mondo No Vax.

One thought on “Covid: il Governo sbanda, Mattarella lo richiama, il ministro tra due fuochi. In bilico le mascherine in ospedale

  1. Le mascherine vanno eliminate, punto e basta. Non risulta affatto che nei paesi che le hanno sbattute fuori dagli ospedali ci siano state stragi. Basta con la paranoia e con il chiusurismo, di cui l’infame bavaglio è il peggior simbolo. Se il nuovo governo decide di mantenerle se la vedrà brutta.
    BASTA, seriamente.

    Reply

Commenta