Condividi

Carige: rosso da 329 milioni in 9 mesi, il titolo cade

Le rettifiche di valore sui crediti verso la clientela sono state pari a 319 milioni – Mediobanca assicura la sottoscrizione dell’aumento.

Carige: rosso da 329 milioni in 9 mesi, il titolo cade

Ennesima giornata di passione per Banca Carige. All’inizio del pomeriggio il titolo in Borsa dell’istituto viaggia in territorio negativo del 3,3%, a 0,067, in una giornata comunque difficile per l’intero comparto bancario dopo la diffusioni di alcune trimestrali deludenti.

I numeri relativi ai primi nove mesi spiegano anche le vendite su Carige: l’istituto ligure ha fatto sapere ieri sera di aver chiuso il periodo gennaio-settembre con una perdita ampia, ma si assicura la garanzia di Mediobanca alla sottoscrizione dell’aumento di capitale fino a 650 milioni.



Carige ha registrato un rosso di 328,8 milioni, che però, al netto degli effetti non ricorrenti, sarebbe di 50 milioni. Le rettifiche di valore sui crediti verso la clientela sono state pari a 319 milioni, in calo del 18% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Quanto al versante patrimoniale, a fine settembre il Common Equity Tier1 capital ratio era pari a 9,4%. La Banca ha inoltre annunciato che eserciterà il diritto di non pagare gli interessi di un bond subordinato che maturano il prossimo 4 dicembre.

Insieme a Mps, Carige è stata una delle due banche italiane bocciate agli stress test di Bce ed Eba, che hanno evidenziato una mancanza di capitale pari a 814 milioni di euro. L’istituto ha approntato una serie di contromisure, fra cui un aumento di capitale.  

Commenta