Condividi

Buffon eterno: sarà ancora lui il portiere della Nazionale

L’addio del portiere è stato rimandato e non sarà più legato alle lacrime al termine di Italia-Svezia: Buffon dirà di sì a Di Biagio per le due amichevoli con Argentina e Inghilterra, e poi chissà…

Buffon eterno: sarà ancora lui il portiere della Nazionale

Altro che ritiro. In attesa di capire quale sarà il suo futuro con la Juventus, Gigi Buffon continua la sua storia con la Nazionale: il 23 marzo a Manchester, contro l’Argentina, al 99% sarà il portierone 40enne a difendere la porta azzurra. A 40 anni compiuti infatti Buffon difenderà ancora la porta azzurra e lo farà per almeno due partite: dopo quella con l’Argentina è prevista un’altra amichevole, contro l’Inghilterra, il 27 marzo a Londra, e al 99% il numero 1 dirà di sì al ct ad interim Di Biagio per entrambi gli eventi.

La storia d’amore tra il portiere di Carrara non finirà dunque in quella tristissima sera di novembre, quando l’Italia non riuscì a superare la Svezia, mancando l’eliminazione al Mondiale di Russia 2018: per Buffon, che a fine partita scoppiò in lacrime davanti alle telecamere, sfumò anche l’opportunità di diventare il primo calciatore di sempre a disputare sei Coppe del mondo di calcio. La prima fu nel 1998 in Francia, come terzo portiere. Poi altre quattro da protagonista, compreso il trionfo di Germania 2006.



Buffon è comunque già il primatista di presenze in azzurro (175) ma gli basterebbe un altro match – ovviamente con la fascia al braccio – per superare Cannavaro e diventare primatista assoluto anche da capitano (80 partite). Un altro record, l’ennesimo, di una carriera che strizza l’occhio all’eternità: anche il suo futuro con la Juventus sembra destinato a poter andare oltre giugno. In attesa di capire quale sarà la sua scelta, con ogni probabilità lo vedremo almeno altre due volte a difendere i colori italiani.

Commenta