Condividi

Bilanci Saipem, Consob sposta svalutazioni da 2016 a 2015

Ora il bilancio 2015 vede un rosso pro forma pari a 2,628 miliardi (dai 789 milioni riportati da Saipem) mentre il bilancio 2016 passa da una perdita netta di 2,08 miliardi a una di 368 milioni – La società prepara il ricorso al Tar del Lazio.

Bilanci Saipem, Consob sposta svalutazioni da 2016 a 2015

Consob ha corretto il bilancio 2016 di Saipem. La società fa sapere che intende presentare ricorso al Tar del Lazio, ma intanto ha pubblicato l’impatto sul conto economico 2015 e 2016 dei rilievi della Commissione.

Nel dettaglio, con l’anticipo di alcune svalutazioni dal 2016 al 2015 (in seguito alle procedure di impairment test), il bilancio di tre anni fa vede un rosso pro forma pari a 2,628 miliardi (dai 789 milioni riportati da Saipem) mentre il bilancio 2016 passa da una perdita netta di 2,08 miliardi a una di 368 milioni.



Per quanto riguarda invece la rielaborazione del piano strategico 2016-2019 (altro elemento su cui Consob aveva acceso un faro) si ritiene che “i fattori di carattere esogeno ed endogeno che hanno caratterizzato il processo di formazione del piano non sono replicabili ora per allora” e quindi l’esercizio, “per quanto fattibili in astratto porterebbe ad avviso della società a risultati privi di accettabile credibilità”.

Commenta