Condividi

A Enel piace la fibra di Oi in Brasile

Gli interessi di Enel e Tim, in gara per Oi Movel, potrebbero intrecciarsi nuovamente anche fuori dall’Italia. Il gruppo italiano non commenta le indiscrezioni di Bloomberg

A Enel piace la fibra di Oi in Brasile

La sfida – o il possibile accordo – tra Enel e Tim si estende al Brasile. Enel infatti, secondo alcune indiscrezioni raccolte da Bloomberg, è interessata a InfraCo, la società della fibra che fa capo all’operatore telefonico Oi. Alle attività mobili, invece, è interessata Tim che ha presentato un’offerta vincolante di acquisto di 16,5 miliardi. All’intricata – e non risolta – questione della rete unica nazionale, si aggiunge dunque anche una potenziale partita brasiliana.

Per approfondire: Tim aumenta l’utile e rinvia la decisione su KKR

Nel caso della fibra ottica, in Brasile Enel non è sola. Secondo il quotidiano brasiliano Exame altri 10 società sarebbero in lizza e tra queste Brookfiled Asset Management e Canada pension plan investment board congiuntamente; ma anche Highline Infrastrutture (già in gara anche per gli asset mobili di Oi Movel). Nella lista anche un fondo di private equity gestito da Banco Btg Pactual.

L’investimento in InfraCo, riferisce Exame, richiede un apporto minimo di 11,5 miliardi di rials, una cifra divisa tra 6,4 miliardi per il 51% della società e 5 miliardi di ricapitalizzazione destinati, per metà, al pagamento di debiti.

Enel è già presente in Brasile dove ha acquisito Eletropaulo, la società che distribuisce l’elettricità a Sao Paulo, Rio de Janeiro e Goias e potrebbe partecipare alla gara che Oi avrebbe programmato per il primo semestre del 2021. Il gruppo multinazionale italiano inoltre opera in America Latina nel settore della fibra ottica dopo l’acquisizione di Ufinet International, operatore wholesale (modello Open Fiber) nelle reti ultraveloci. Enel non ha commentato le indiscrezioni e non le ha smentite.

Gli scenari sono dunque aperti e bisognerà vedere se ai rumours seguiranno i fatti. Se così fosse, Enel e Tim si ritroverebbero anche in Brasile a confrontarsi, considerato che Oi Movel-Tim diventerebbe cliente di InfraCo-Enel. Le strade delle reti digitali, elettriche e di telecomunicazione, sono sempre più intrecciate e il Brasile non fa eccezione.

Commenta