Condividi

Terna: crescono ricavi e investimenti, cala l’indebitamento

La società energetica ha pubblicato i conti preliminari del 2017: l’Ebitda sale a 1,6 miliardi, gli investimenti totali toccano il miliardo e l’indebitamento scende sotto gli 8 miliardi.

Terna: crescono ricavi e investimenti, cala l’indebitamento

Terna ha pubblicato i dati preliminari consolidati del 2017, che sono ancora soggetti alle attività di revisione legale ma che già evidenziano una tendenza positiva: in attesa del piano industriale che sarà varato tra un mese, la società che gestisce la rete elettrica nazionale ha registrato nell’anno appena concluso ricavi in aumento da 2,2 a 2,25 miliardi di euro, con un margine operativo lordo, Ebitda, che raggiunge 1,6 miliardi di euro, in crescita rispetto al dato del 2016 (1,54 miliardi di euro), come diretta conseguenza della crescita del perimetro degli asset regolati remunerati.

La variazione positiva del fatturato è imputabile, oltre che al completamento degli investimenti programmati, alla crescita del portafoglio di asset remunerati a seguito dell’integrazione della porzione di Rete di Trasmissione Nazionale acquisita a fine 2015 dal gruppo FSI. A proposito di investimenti, quelli totali di Terna ammontano a oltre 1 miliardo di euro, in crescita rispetto ai circa 0,9 miliardi di euro di fine 2016.



I conti hanno anche evidenziato un calo dell’indebitamento finanziario netto che si attesta a circa 7,8 miliardi di euro, in riduzione di circa 0,2 miliardi di euro rispetto al dato registrato a fine 2016 (circa 8 miliardi di euro), per effetto principalmente della buona generazione di cassa dell’esercizio. Tiepida, immediatamente dopo la pubblicazione dei dati, la reazione dei mercati: il titolo Terna a Piazza Affari viaggia poco sotto la parità, a metà pomeriggio, intorno ai 4,522 euro per azione, in linea con il mercato.

Commenta