Condividi

Tassi Usa fermi fino al 2024. Wal Street festeggia, l’Asia pure

Verso aperture positive in Europa dopo il verdetto più “colomba” del previsto da parte della Fed. DJ record oltre quota 33.000 e le piazze asiatiche ai massimi – A Tokyo attesa per BoJ, inaugurato il mega parco giochi dedicato a Super Mario -Ema verso il sì a AstraZeneca

Tassi Usa fermi fino al 2024. Wal Street festeggia, l’Asia pure

L’economia a stelle e strisce corre ma la Fed non toccherà i tassi prima del 2024. Il giudizio della banca centrale Usa, arrivato al termine della riunione del Fomc, ha rassicurato i mercati. Secondo la maggioranza dei banchieri della Fed quest’anno il pil salirà del 6,5% mentre l’inflazione andrà oltre il 2% (2,2% la stima più diffusa) ma questi risultati “temporanei” non comportano un aumento dei tassi che, comunque, sarà segnalato con congruo anticipo. Un verdetto più “colomba” del previsto, immediatamente recepito dai mercati:

L’ASIA AI MASSIMI DA DUE SETTIMANE



  •  Salgono le borse dell’Asia. L’indice MSCI Asia Pacific guadagna l’1,3%, massimo delle ultime due settimane.
    L’Hang Seng di Hong Kong è in rialzo dell’1,5%, il CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen, dello 0,7%. La rotazione settoriale, che da ieri sera penalizza i titoli più legati al ciclo economico, zavorra l’S&P ASX 200 di Sidney: -0,8%.
  • A Seoul SK Biosciences, che produce su licenza il vaccino di Astra Zeneca, ha registrato +160% in occasione dell’Ipo. Salgono i grandi nomi dell’alta tecnologia, tra questi, si mettono in luce i fornitori di Apple: pare che tra qualche settimana ci sarà la presentazione di una nuova famiglia di iPad.

A TOKYO APRE IL PARCO DEDICATO A SUPERMARIO

  • Tokyo +0,85. Mercoledì c’è stata l’inaugurazione, già rinviata due volte del parco giochi dedicato a super Mario, uno degli investimenti legato ai giochi olimpici.  
  • Il rialzo è  dimezzato nel finale  dopo la pubblicazione sul Nikkei Times della notizia che la Bank of Japan nella riunione di oggi, giovedì, intende rivedere le condizioni degli acquisti sui titoli a dieci anni, allargando la fascia di oscillazione del rendimento tra -0,25 e +0,25%. La stampa giapponese anticipa anche che la Banca del Giappone annuncerà a breve lo stop agli acquisti di Etf.  
  • Il future dell’indice Nasdaq è piatto, quello del Dow Jones in lieve rialzo.

IL DOW SALE OLTRE QUOTA 33 MILA, ACCELERA TESLA

I mercati Usa si sono subito sintonizzati sulle indicazioni della banca centrale. S&P e Dow hanno chiuso positivi a nuovi multipli record (il Dow +0,58% per la prima volta sopra 33.000 punti), il Nasdaq è salito dello 0,4% sotto la spinta di Amazon +1,4% e Tesla +3,7%.

Non scende il rendimento del Treasury Note a dieci anni trattati a 1,6374%. I tassi sono calati sulle scadenze brevi, ma molto meno su quelle dai 5 anni in su: una Fed così poco reattiva è una ricetta per un’inflazione più forte a medio termine, e così il mercato aumenta il premio al rischio.

Contenute anche le reazioni su materie prime, oro e criptovalute. 

Petrolio WTI a 64,1 dollari, in calo dello 0,7%.

Oro a 1.750 dollari, +0,2%.

Bitcoin a 58.850 dollari, +2%. Morgan Stanley  sarà la prima grande banca statunitense a offrire ai clienti più facoltosi, quelli con più di due milioni di dollari dati in gestione, l’accesso ai fondi Bitcoin. 

BIDEN ATTACCA: “PUTIN E’ UN KILLER”. OGGI VERTICE CON I CINESI

Sul fronte internazionale da segnalare l’attacco di Joe Biden a Vladimir Putin. “E’ un killer – ha detto in un’intervista tv – e pagherà a caro prezzo il tentativo di influenzare le elezioni presidenziali del 2020”. La Russia ha richiamato il suo ambasciatore negli Usa.

Oggi ad Anchorage, in Alaska, ci sarà il primo faccia a faccia tra le delegazioni statunitense e cinese: gli Stati Uniti prenderanno una posizione intransigente nei colloqui, secondo le agenzie. 

Mark Rutte ha vinto le elezioni in Ollanda e potrà così formare il governo per la quarta volta di fila.

LISTINI PIATTI IN ATTESA DI POWELL.L’EMA VERSO IL SÌ A D ASTRAZENECA

Seduta interlocutoria mercoledì per i listini europei in attesa della conferenza stampa di Jerome Powell e del verdetto dell’Ema sul vaccino di AstraZeneca. 

 A  metà pomeriggio l’irlandese Emer Cooke renderà noto il risultato delle indagini degli esperti dell’Unione. Sarà una sentenza di assoluzione che implicitamente raccomanderà ai 16 governi che le hanno sospese di riprendere le vaccinazioni con il siero anglo-svedese in quanto il rapporto tra benefici e rischi del composto restano positivi. 

L’Unione europea minaccia misure più stringenti per limitare le esportazioni dei sieri anticovid. Ursula von der Leyen  ha ribadito che BionTech/Pfizer e Moderna sono case farmaceutiche “molto affidabili, AstraZeneca no, riferendosi alle mancate consegne.

  • Piazza Affari fa un piccolissimo passo avanti: + 0,08%.Parigi +0,03%, Londra -0,50% 

RIALZO ELETTRICO PER VOLKSWAGEN E BMW.

  • Francoforte +0,26% nel giorno in cui l’auto (elettrica) ha preso letteralmente il volo.  
  • Volkswagen, dopo l’allungo della vigilia è salita del 16,5% seguita da Bmw +6,4% sull’onda dei progressi dell’auto elettrica, nonostante il livello depresso del mercato europeo (a febbraio ai minimi da 8 anni). Volkswagen, che quest’anno punta ad un milione di  vetture elettriche vendute, ha previsto che nel 2030 il 70% delle macchine sarà elettrico.  Entro lo stesso anno saranno in funzione sei gigafactory in Europa per la produzione di batterie. Gli impianti saranno costruiti attraverso partnership e avranno una capacità di produzione di 240 gigawattora all’anno.
  •  Bmw che controlla tra gli altri i marchi Mini e Rolls-Royce, ha detto di prevedere per il 2021 un significativo aumento degli utili ante-imposte. Il gruppo stima che il segmento dell’automotive registrerà un forte aumento delle consegne in termini tendenziali, con un rialzo dell’Ebit margin previsto tra il 6% e l’8%.
  • La casa bavarese si aspetta che circa il 90% dei segmenti di mercato avranno modelli integralmente elettrici entro il 2023- Il modello Bmw i4 verrà lanciato tre mesi in anticipo.

LEGGI ANCHE: Auto, vendite in picchiata ma in Borsa è partita la riscossa

LO SPREAD A QUOTA 100 SULL’ONDA DEI T BOND

Lo spread è risalito a 100 punti (+4,29%), il tasso del decennale italiano tocca lo 0,70%, in un contesto globale di rinnovate tensioni sui titoli di Stato. L’obbligazionario italiano peggiora nel finale, in scia al Treasury Usa.

 Il Tesoro ha assegnato stamani l’importo massimo di 2,5 miliardi di euro del Btp aprile 2031 in un’operazione di concambio, ritirando in totale 2,5 miliardi in quattro titoli tra Btp, Btpei e Ctz con scadenza 2021.

ANCHE LA GRECIA HA EMESSO UN TITOLO A 30 ANNI

L’agenzia del debito greco ha emesso il suo primo bond (GGB) a 30 anni dai tempi della crisi finanziaria del 2008. La domanda per la nuova emissione obbligazionaria è stata estremamente robusta: più di 26 miliardi di euro per un’asta da 2,5 miliardi.  La domanda per il nuovo bond greco a lunghissima scadenza riflette sia la fiducia degli investitori nel recente segnale fornito dalla BCE, sia il fatto che  (le obbligazioni greche sono incluse nel PEPP), nonché la forte convinzione nel profilo di convergenza di Atene. 

PIAZZA AFFARI PUNTA SULLE NOZZE BPM/BPER

Giornata piatta per il listino di Piazza Affari, in attesa del verbo della Fed. Ma a distinguersi ancora una volta sono le banche a partire da Banca Bpm +3,82% e Bper +3,12%. A spingere i due titoli in odore di merger gli incontri dell’ad di piazza Meda Giuseppe Castagna con l’ad di Unipol, Carlo Cimbri, grande azionista dell’istituto modenese.

In salita anche Unicredit e Mediobanca, al centro dell’altro potenziale risiko bancario.  Intanto I revisori che hanno esaminato il bilancio 2020 di Monte dei Paschi -o,34% hanno segnalato “incertezza significativa” in relazione alla continuità aziendale dell’istituto.

TORNANO I DIVIDENDI, GESTITO IN FERMENTO 

Spunti sul risparmio gestito. Avanza Banca Mediolanum +2,6% seguita da Anima +1% che si avvantaggiano delle attese di distribuzione della cedola a partire da settembre come anticipato dal presidente della Vigilanza Bce, Enria. Equita ritiene che “le parole di Enria costituiscano un elemento di supporto per i titoli del settore bancario e del risparmio gestito e contribuiscano a ridurre l’incertezza relativa alla distribuzione dei dividendi dopo il 30 settembre”.

GENERALI MIRA ALLO SHOPPING IN  RUSSIA

Generali -0,4%, sta valutando l’acquisto della compagnia russa  RESO Garantia, un’operazione da circa due miliardi di euro.

Avanza Eni +0,59% nonostante la giornata negativa del petrolio. A favore del cane a sei zampe è arrivata in serata la notizia dell’assoluzione dei vertici dall’accusa di tangenti in Nigeria. 

EFFETTO VW SU PIRELLI E CNH

Anche Stellantis +0,45% chiude in terreno positivo nonostante il pessimo dato sulle immatricolazioni in Europa. Exane BNP alza il target price a 18 euro. L’onda del rialzo su Volkswagen ,così forte che si sospetta l’intervento dei traders Usa galvanizzati dagli stimoli di Biden, sfioraPirelli +2,02% e Cnh +0,98%.

ALLARME SAMSUNG SUI CHIPS: FRENA STM

La crisi dei chips frena invece Stm -0,75%.  Samsung ha lanciato un allarme: non ci sono chip a sufficienza. Parlando nel corso dell’assemblea dei soci, un alto dirigente del primo produttore mondiale di semiconduttori ha detto che c’è un “serio sbilanciamento” tra un’offerta incapace di tener testa e una domanda scatenata dalla pandemia. La situazione è peggiorata quest’inverno a causa del maltempo che ha colpito il Texas, dove c’è un importante distretto di semiconduttori dove operano Samsung ed Infineon.

Giù anche Diasorin -1,6%.  dopo il balzo delle ultime due sedute sulla scia delle difficoltà legate alla somministrazione del vaccino AstraZeneca.

CORRE DOPO I RISULTATI  MUTUIONLINE  

 Fuori dal paniere principale:

  • Effetto risultati su Mutui on line +9,5 % dopo l’annuncio che il 2020 si è chiuso con utile netto di 130,7 milioni di euro, più che triplicato rispetto all’anno precedente. Secondo Equita, “il quarto trimestre è molto solido e superiore alle attese”.
  •  La Doria+6,17% a 15,8 euro, è stata promossa da Intesa San Paolo da add a buy, il target  passa da 15,4 a 21 euro.
  • Sull’Aim in luce Italian Wine Brands +2,45%, in scia ai conti 2020.

Commenta