Condividi

Spagna: S&P taglia il rating di sette istituti, si lavora su richiesta aiuti alla Bce

Dopo il declassamento del debito sovrano, spicca il taglio del rating di Bbva e Santander – A novembre nuova valutazione, rischiano molte banche – Secondo la stampa, Madrid starebbe lavorando su una richiesta di aiuti soft alla Bce.

Spagna: S&P taglia il rating di sette istituti, si lavora su richiesta aiuti alla Bce

Dopo il declassamento del debito sovrano spagnolo la scure di Standard & Poor’s sia abbatte anche sulle banche del Paese, tagliando il rating di sette istituti di credito, tra cui spicca per importanza la presenza di Santander e Bbva, ribassate entrambe di due scalini: da A- a BBB Santander (così come la controllata Banesto) mentre Bbva è scesa da BBB+ a BBB-. Entrambe hanno outlook negativo.

Più lievi gli altri declassamenti, con Banco Popular che passa da BB+ a BB, così come Bankia e Banco Sabadell, mentre CaixaBank scende da BBB a BBB- e Bfa da B+ a B, ma a rischiare sono anche molti altri istitui, che vedranno rivista la loro valutazione a novembre.



Sempre parlando di Spagna, secondo diversi quotidiani Madrid starebbe lavorando sulla richiesta di un piano di salvataggio soft alla Bce, alla quale verrebbe richiesta una linea di credito cautelativa. Appare probabile, quindi, che la Spagna abbia intenzione di risolversi a chiedere l’intervento dell’Esm, con ciò che, a livello di condizioni poste, ne consegue, senza però utilizzare gli aiuti se non in caso di stretta necessità.

Commenta