Condividi

Sogin: dopo 8 mesi ecco i nuovi vertici

L’assemblea dei soci ha nominato Luigi Perri alla presidenza, mentre il ruolo di amministratore delegato spetterà a Emanuele Fontani – Rimarranno in carica fino al 2021

Sogin: dopo 8 mesi ecco i nuovi vertici

A otto mesi dalla fine del mandato dei precedenti amministratori, arrivata lo scorso aprile, sono finalmente stati rinnovati i vertici Sogin, la società pubblica responsabile dello smantellamento degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi. Per il biennio 2020-2021 l’assemblea dei soci ha nominato Luigi Perri alla presidenza, mentre il nuovo amministratore delegato è Emanuele Fontani. Il Consiglio d’amministrazione è completato da Raffaella Di Sipio, Luce Meola e Enrico Zio.

Perri, ingegnere nucleare, si è occupato dai primi anni Ottanta per la società Nira (Nucleare Italiano Reattori Avanzati – Ansaldo) della centrale nucleare Pwr di Trino e dell’impianto nucleare sperimentale Cirene di Latina. Successivamente ha seguito, fra l’altro, la realizzazione di impianti convenzionali di produzione di energia elettrica in qualità di Direttore Impianti Industriali, Civili e Navali della Demont. Dal 2009, sempre in Demont, è stato impegnato all’estero presso la centrale nucleare slovacca Enel di Mochovce.



Fontani, in Sogin dal 2007, è stato amministratore delegato della società controllata Nucleco e nell’ultimo triennio è stato responsabile disattivazione impianti di Sogin. Laureato in Ingegneria Nucleare, nel 2012 ha conseguito l’Executive MBA (Master in Business Administration) all’Università Bocconi. In precedenza è stato Project Manager in Enel, dal 2001 al 2007, e Project Engineer in Eni Tecnomare, dal 1999 al 2000.

Commenta