Condividi

Snam: nuovi bond per 1,8 miliardi

Il cda presieduto da Carlo Malacarne ha deciso di rinnovare il programma di emssione di obbligazioni a medio termine già varato nel 2012, confermando il tetto massimo a 10 miliardi. Nuove emissioni entro il 6 ottobre.

Snam: nuovi bond per 1,8 miliardi

Il consiglio di amministrazione di Snam ha deliberato oggi, 6 ottobre, il rinnovo annuale del Programma EMTN (Euro Medium Term Note) avviato nel 2012 per un controvalore massimo complessivo confermato a 10 miliardi di euro.

Il cda presieduto da Carlo Malacarne ha deciso inoltre di emettere, entro il 6 ottobre 2018, uno o piu` ulteriori prestiti obbligazionari, per un importo massimo di circa 1,8 miliardi di euro maggiorato dell’ammontare corrispondente alle obbligazioni rimborsate nel corso dello stesso periodo, da collocare presso investitori istituzionali.

Il valore nominale complessivo dei prestiti obbligazionari emessi in circolazione non potrà in ogni caso superare il limite massimo di 10 miliardi di euro. Ricordiamo che, mell’ambito del Programma EMTN, Snam ad oggi ha emesso prestiti obbligazionari per circa 8,2 miliardi di euro.

Intanto l’ad Marco Alverà intervenendo sul Financial Times ha detto che la Cina è “l’elefante nella stanza” del mercato mondiale del gas e trainera’ la domanda nei prossimi anni. Secondo Alvera’, la futura domanda di gas cinese sara’ sostenuta dalla necessita’ di ridurre l’inquinamento a livello locale, soprattutto le emissioni di particolato che causano lo smog. Recentemente, una delegazione dell’azienda cinese Petrochina ha visitato la sede di Snam per esaminare eventuali futuri scenari di collaborazione. In occasione del forum di Washington, Snam ha presentato il suo primo Global Gas Report sull’andamento del mercato del gas mondiale e gli scenari futuri.

Commenta