Condividi

Poste, nuovo Cfo e accordo con Unicredit nel credito al consumo

Il gruppo guidto da Matteo Del Fante, alla vigilia della presentazione della semestrale, annuncia l’avvicendamento al vertice della finanza e la collaborazione con Unicredit per ampliare l’offerta di prodotti agli Uffici postali. Si parte con i prestiti con cessione del quinto e prestiti con delegazione

Poste, nuovo Cfo e accordo con Unicredit nel credito al consumo

Nuovo Cfo in Poste italiane: dal 3 agosto 2018, Guido Maria Nola assumerà il ruolo di Responsabile della funzione Amministrazione, finanza e controllo (‘Chief Financial Officer’) della società. Guido Maria Nola subentra nella posizione suddetta a Roberto Giacchi.

L’avvicendamento arriva nel giorno in cui Poste annuncia di aver firmato con Unicredit una lettera di intenti per una maggiore collaborazione nel credito al consumo. L’accordo – spiega una nota di Poste – inizialmente riguarda la promozione ed il collocamento, presso la rete degli Uffici Postali, dei prestiti contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, e dei prestiti contro delegazione di pagamento, erogati da UniCredit e riservati a pensionati, lavoratori dipendenti pubblici e dipendenti privati, con possibilità di estensione, in una seconda fase, ai prestiti personali.

In linea con Deliver 2022, il piano strategico quinquennale, Poste Italiane con questo accordo – si legge ancora nella nota – prosegue il percorso avviato con la creazione di partnership con primari gruppi bancari, al fine di ampliare ulteriormente l’offerta di prodotti e servizi distribuiti attraverso la sua rete capillare ad oltre 34 milioni di clienti, valorizzando l’ampia expertise di UniCredit nel consumer lending. Questa iniziativa rafforzerà ulteriormente il focus di UniCredit sul credito al consumo, uno degli elementi chiave della strategia commerciale del Gruppo in Italia, in linea con gli obiettivi del piano strategico Transform 2019. informa che, a decorrere dal 3 agosto 2018, Guido Maria Nola assumera’ il ruolo di Responsabile della funzione Amministrazione, finanza e controllo (‘Chief Financial Officer’) della società. Guido Maria Nola subentra nella posizione suddetta a Roberto Giacchi, al quale – si legge in una nota della societa’ – ‘vanno i ringraziamenti per l’impegno profuso’.

Commenta