Condividi

Mondadori: utile triplicato, ma titolo giù

L’utile netto 2016 è positivo per 22,5 milioni da 6,4 milioni, ma sale l’indebitamento finanziario netto per effetto delle acquisizioni dei Libri Rcs e di Banzai Media – su Piazza Affari il titolo viaggia in profondo rosso, perdendo il 4,3%.

Mondadori: utile triplicato, ma titolo giù

Mondadori archivia il 2016 con ricavi in salita del 12,4% e un utile netto più che triplicato. Per il 2017 le aspettative parlano di un miglioramento del 30% del risultato netto per quest’anno.

I ricavi della casa editrice milanese sono saliti a 1.262,9 milioni anche se a pari perimetro scenderebbero del 2,9%. L’Ebitda adjusted cresce del 48,5% a 108,5 milioni e a perimetro omogeneo (senza Rizzoli Libri e Banzai), in base a quanto si legge nella nota della società, l’incremento sarebbe di oltre il 20%. Entrambi i risultati superano le previsioni fatte nel mese di novembre del 2016, quando il gruppo aveva indicato per fine anno ricavi in crescita del 14% un Ebitda adjusted in aumento del 35%.



L’utile netto 2016 è positivo per 22,5 milioni da 6,4 milioni (dato che includeva una minusvalenza di 8,7 milioni per la cessione di Monradio) e comprende una plusvalenza di un milione legata alle cessioni.

L’indebitamento finanziario netto sale però a 263,6 milioni da 199,4 milioni per effetto delle acquisizioni dei Libri Rcs e di Banzai Media.

Per il 2017 Mondadori si aspetta ricavi sostanzialmente stabili, un Ebitda adjusted in crescita ‘high-single digit’ e un’utile netto in aumento di circa il 30%. L’indebitamento finanziario a fine 2017 è visto in calo, con un rapporto PFN/Ebitda adjusted tra 2,2 e 2 volte.

Nonostante gli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno, su Piazza Affari il titolo viaggia in profondo rosso, perdendo il 4,3%. Una percentuale che comunque rappresenta un recupero rispetto alle ore precedenti quando le azioni erano finite in asta di volatilità con un ribasso teorico superiore al 9%.

Commenta