Condividi

Mediaset chiede i danni a Vivendi: 50 milioni al mese

Mediaset ha deposito presso il Tribunale di Milano l’atto di citazione a tutela del contratto stipulato per Premium con Vivendi e rimesso in discussione dal gruppo francese: chiede 50 milioni di euro per ogni mese di ritardo nel’esecuzione del contratto ma specificando che il danno complessivo ammonta a un miliardo e mezzo di euro

Mediaset chiede i danni a Vivendi: 50 milioni al mese

Mediaset ha depositato presso il Tribunale di Milano per la notifica a Vivendi l’atto di citazione a tutela dell’effettiva esecuzione del contratto vincolante concluso tra le parti l’8 aprile 2016. E’ quanto riporta una nota di Cologno Monzese. La domanda giudiziale “è finalizzata – riporta il comunicato – a ottenere l’esecuzione coattiva del contratto per ordine del giudice e il risarcimento dei danni sin qui subiti da Mediaset stimati per ora in un importo pari a 50 milioni di euro per ogni mese di ritardo nell’adempimento da parte di Vivendi a partire dal 25 luglio 2016”.

Mediaset specifica però che “l’atto di citazione non riguarda il grave danno complessivo che la risoluzione del contratto non onorato comporterebbe, non inferiore a un miliardo e mezzo di euro, ma l’obbligo di esecuzione del contratto stesso”. Il risarcimento richiesto – conclude la nota – è quindi relativo “unicamente al ritardo già fin qui accumulato” e “ad eventuali ulteriori ritardi prodotti da fantasiose e dilatorie proposte di accordi diversi dal contratto in essere”.



Commenta