Condividi

Leonardo, accordo con sindacati per 1.100 prepensionamenti

L’Ad Profumo: “Importante tappa per il mantenimento delle competenze e l’inserimento di nuovi profili per andare incontro all’evoluzione del mercato” – L’azienda precisa in una nota di essere anche pronta ad avviare un ciclo di nuove assunzioni.

Leonardo, accordo con sindacati per 1.100 prepensionamenti

Leonardo e le organizzazioni sindacali nazionali hanno sottoscritto oggi martedì il Protocollo di intenti sui prepensionamenti sulla base della Legge Fornero. L’accordo, si legge in una nota, rientra nelle intenzioni già annunciate nel piano industriale quinquennale presentato lo scorso 30 gennaio, coinvolgerà 1.100 dipendenti che matureranno i requisiti per il pensionamento nell’arco temporale massimo dei 4 anni successivi alle uscite programmate nel biennio 2018-2019.

Analogo tavolo sarà successivamente aperto per l’estensione della misura ai dirigenti. L’obiettivo della manovra, sottolinea Leonardo, è di preservare la capacità e la continuità produttiva dei singoli siti garantendo il mantenimento delle competenze chiave e sviluppandone di nuove. Parallelamente al processo di efficientamento, infatti, l’azienda prevede di avviare, secondo quanto spiega nel comunicato, compatibilmente con le risorse economiche disponibili e in linea con gli obiettivi e le esigenze del business, un ciclo di nuove assunzioni.



“L’accordo è strategico per sostenere il processo di trasformazione tecnologica e di sviluppo sostenibile dell’azienda”, commenta Alessandro Profumo, amministratore Delegato di Leonardo. “Il Protocollo è una importante tappa per la piena esecuzione del Piano Industriale 2018-2022 attraverso il mantenimento delle competenze e l’inserimento di nuovi profili per andare incontro all’evoluzione del mercato”.

E’ previsto l’avvio di tavoli di confronto, a livello divisionale e di aziende controllate, per definire i dettagli operativi, in relazione alle esigenze aziendali e alla maturazione dei requisiti di accesso. L’operazione si svolgerà nel corso del biennio 2018-2019 assicurando il corretto trasferimento delle conoscenze e delle competenze nel periodo intercorrente tra la sottoscrizione dell’accordo e quello dell’effettiva risoluzione, precisa la nota.

Nella seduta odierna di Borsa, Leonardo è tra i titoli che emergono in territorio positivo a metà giornata, con un guadagno superiore al +0,8% a 9,334 euro per azione. Nell’ultimo mese, dopo il tonfo successivo alla presentazione del piano industriale, il titolo ha recuperato guadagnando più dell’8%.

Commenta