Condividi

Iran, è italiano il primo impianto fotovoltaico

L’impianto che si inaugura a marzo, produce l’equivalente energetico per un fabbisogno di circa di 5mila abitazioni – L’ha realizzata l’azienda Carlo Maresca spa di Pescara.

Iran, è italiano il primo impianto fotovoltaico

È della Italiana Carlo Maresca spa di Pescara, il primo parco fotovoltaico ad entrare in funzione in Iran. Mancano ormai solo pochi giorni per l’avvio della produzione. Per i primi di marzo è ,infatti, prevista l’inaugurazione di trentamila pannelli solari, sull’isola di Qeshm. Un parco green da dieci megawatt, in grado di produrre 17 milioni di kwh all’anno. La capacità e le tecnologie dell’azienda abruzzese hanno avuto la meglio su altre imprese concorrenti.

Un’avventura iniziata e  realizzata in pochi mesi. Nel 2016 – ha detto l’amministratore delegato dell’azienda, Fabio Maresca – abbiamo raccolto la sfida iraniana  con entusiasmo e coraggio. Il Paese in virtù anche di forti accordi commerciali con l’Italia sta rivedendo l’intero sistema energetico. Le imprese italiane non negano le difficoltà del contesto socio politico, ma stanno investendo in settori decisivi. Il Ministro Calenda l’anno scorso aveva guidato una folta delegazione di industriali per stringere accordi bilaterali. Il cammino tracciato sta dando i suoi frutti,



La struttura che si inaugura a marzo, produce l’equivalente energetico per un fabbisogno di circa di 5mila abitazioni. A regime ci sarà un risparmio di emissioni di CO2 di 45.000 tonnellate. Il parco si estende su 20 ettari, dove sono stati posizionati 30mila pannelli fotovoltaici. Una tecnologia collaudata con ancoraggi a terra, di cui la Maresca conferma l’affidabilità. Il parco sarà inaugurato dal Ministro dell’Energia iraniano e dai vertici dell’azienda italiana che constateranno la presenza di 25 metri di cavi elettrici di media tensione e oltre 200Km di cavo solare.

Tutto realizzato con maestranze locali in soli sei mesi. Da Pescara i manager della Maresca hanno annunciato anche la richiesta al governo iraniano di creazione di altri 200 megawatt  di fotovoltaico. Successo e garanzia del made in Italy.

Commenta