Condividi

Il referendum in Scozia fa bene anche agli spread: il differenziale Btp-Bund apre sotto i 130 pb

Il differenziale fra i Btp a 10 anni e i Bund tedeschi di pari durata cala a 128 punti base – La nuova ampiezza corrisponde a un tasso d’interesse sui nostri bond pubblici pari al 2,38%, in netto calo rispetto al 2,43% registrato ieri in chiusura – Scendono anche gli spread di Spagna e Portogallo.

Il referendum in Scozia fa bene anche agli spread: il differenziale Btp-Bund apre sotto i 130 pb

L’esito negativo del referendum scozzese fa bene ai debiti pubblici. All’ apertura dei mercati dei titoli di Stato si restringono gli spread di rendimento tra i titoli periferici dell’Eurozona e quelli della Germania. 

Il differenziale fra i Btp a 10 anni e i Bund tedeschi di pari durata cala a 128 punti base.



La nuova ampiezza della forbice corrisponde a un tasso d’interesse sui nostri bond pubblici pari al 2,38%, in netto calo rispetto al 2,43% registrato ieri in chiusura. 

Scendono anche gli spread di Spagna (Bonos-Bund in flessione da 126 a 108 pb, rendimenti dal 2,35% al 2,18%) e Portogallo (Ot-Bund a 105 pb).

Commenta