Condividi

Hera al top nel mercato delle utilities italiane

Hera vince due premi e consolida il suo primato nel mercato delle utilities italiane. Marche Multiservizi, controllata del gruppo, si aggiudica il riconoscimento di “top utility italiana”, mentre Hera svetta nella classifica dedicata alle attività di formazione, training e risorse umane.

Hera al top nel mercato delle utilities italiane

Hera consolida il suo primato nel mercato delle utilities italiane conquistando ben due riconoscimenti. Marche Multiservizi, controllata dal Gruppo, si è aggiudicata il premio annuale come migliore utility italiana, mentre Hera ha conquistato quest’anno un riconoscimento per l’attività svolta nell’ambito della formazione aziendale e risorse umane.

I premi sono stati consegnati questa mattina a Roma, nell’ambito di un convegno dal titolo “La trasformazione delle utility nell’Italia che cambia”.

Marche Multiservizi opera nella gestione del ciclo idrico integrato, dei servizi di igiene ambientale e nella distribuzione del gas metano. È stata definita la “Top Utility” di quest’anno, premiata grazie al “costante impegno nel raggiungimento di performance di eccellenza – si legge nella motivazione – nel complesso delle funzioni aziendali e delle attività sul territorio”.

Hera, invece è prima nella classifica dedicata alle attività di formazione, training e attenzione alle risorse umane. Complessivamente, il Gruppo Hera ha erogato nel 2015 circa 262 mila ore di formazione, con ben 31,4 ore pro capite, coinvolgendo il 99% del personale (compresi i dipendenti nel Triveneto di AcegasApsAmga e nelle Marche). Dati che mettono, appunto, Hera ai primissimi posti nazionali, visto che secondo il rapporto Top Utility la media nazionale si ferma a 14,2 ore per lavoratore con un coinvolgimento del 76%. 

Commenta