Condividi

Fca cade in Borsa dopo il “Sell” di Goldman Sachs

Fca in fondo al Ftse Mib dopo il giudizio di Goldman Sachs che ha raccomandato di vendere le azioni, portando il target price a 11,5 euro.

Fca cade in Borsa dopo il “Sell” di Goldman Sachs

Brusca frenata di Fiat Chrysler Automobiles a Piazza Affari. Il titolo Fca si piazza in fondo al Ftse Mib (-0.1%), cedendo il 3,8% a 12,092 euro, dopo aver toccato un minimo intraday di 12,02 euro.

L’azienda della famiglia Agnelli paga il giudizio negativo di Goldman Sachs che ha iniziato oggi la copertura del gruppo auto raccomandando di vendere le azioni. La banca d’affari americana ha espresso un giudizio “Sell”, con un target price fissato a 11,5 euro e di 13,5 dollari per le azioni quotate a Wall Street, con un downside sul valore attuale del titolo del 7%.

Secondo gli analisti di Goldman, ad oggi, non ci sono margini per una crescita in Nord America, mentre tutti gli altri segmenti di attività si trovano ad affrontare un periodo di sfide.

A zavorrare Fca contribuisce anche la debolezza del comparto auto in Europa, con lo stoxx di riferimento in discesa dell’1,22%. In rosso anche Pirelli (-1,97%) ed Exor (-0,5%). A Parigi viaggia in negativo Renault (-0,5%), che ha presentato i conti del primo semestre del 2019 chiuso con vendite in ribasso del 6,7% a 1,9 milioni di veicoli, in un mercato in flessione del 7,1 per cento.

Commenta