Condividi

Eni: riparte il progetto dedicato alle imprese sostenibili

La seconda edizione di Human Knowledge Lab mira a fornire competenze ad aspiranti imprenditori che intendono validare le loro idee innovative e affrontare le sfide legate al tema dell’economia circolare

Eni: riparte il progetto dedicato alle imprese sostenibili

Ritorna per la seconda edizione Human Knowledge Lab. Si tratta dell’iniziativa di Joule, la scuola di Eni per l’impresa, rivolto a tutte quelle idee imprenditoriali particolarmente innovative negli ambiti della decarbonizzazione, dell’economia circolare e della lotta al cambiamento climatico attraverso l’applicazione di tecnologie di robotica, IoT, e intelligenza artificiale e dei materiali innovativi con applicazione a settori trasversali, non solo quello energetico.

In particolare, HK Lab è un percorso di pre-incubazione itinerante e tematico avviato in collaborazione con LVenture Group, e prevede un impegno di 7 giorni full-time. La fase delle candidature si chiuderà il 10 gennaio 2022 e la seconda tappa partirà nel mese di febbraio presso la sede di Kilometro Rosso Innovation District a Bergamo.



Il percorso si snoda in più tappe durante l’anno (la prima si è tenuta a settembre 2021 nella sede Eni di Castel Gandolfo), ognuna delle quali vede i partecipanti sfidarsi in una challenge specifica che consente al progetto più meritevole e innovativo di vincere un percorso di incubazione erogato tramite PoliHub, l’Innovation Park & Startup Accelerator del Politecnico di Milano e programmi di mentorship personalizzati.

Inoltre, i due migliori progetti potranno accedere ad un pacchetto di servizi personalizzati Eni tramite Energizer, l’acceleratore d’impresa di Joule, che fornirà una consulenza sulla base delle esigenze imprenditoriali dei singoli team.

Durante la fase di Idea Validation verranno trattate tematiche come l’analisi di mercato e l’individuazione del target di riferimento; la validazione e la realizzazione del prototipo dell’idea; lo studio dei canali di acquisizione e i primi test di mercato; la validazione del business concept e la definizione di una roadmap di sviluppo.

Inoltre, il programma prevede una fase preparatoria da remoto e un percorso di sviluppo delle competenze trasversali e soft skills, sviluppato in modo integrato e coerente con i contenuti del programma realizzato dalla scuola di Eni.

Infine, durante tutto il percorso si alterneranno contributi di founder delle startup del portafoglio di LVenture Group, di esperti interni Eni ed esterni provenienti dall’ecosistema dell’innovazione, da Business School e contesti accademici di eccellenza.

Commenta