Condividi

Efsa: via libera all’additivo per mangimi che riduce il metano

L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare ha confermato i vantaggi dell’additivo per mangimi prodotto dalla multinazionale olandese. L’approvazione della Commissione europea permetterebbe di iniziare lo sviluppo del mercato in Europa nella prima metà del 2022

Efsa: via libera all’additivo per mangimi che riduce il metano

La multinazionale olandese Royal DSM ha annunciato di aver ricevuto parere positivo dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) per l’uso del suo nuovo additivo per mangimi per ruminanti che riduce il metano, Bovaer, nell’Unione europea. Si tratta di un additivo per mangimi per mucche che riduce l’emissione di metano enterico di circa il 30%.

Questo parere favorisce la fase di approvazione finale della domanda presso il Comitato permanente della Commissione europea su piante, animali, alimenti e mangimi. Bovaer è il risultato di un decennio di ricerca scientifica, e comprende oltre 50 studi peer-reviewed pubblicati in riviste scientifiche indipendenti con l’aggiunta di 45 trial in azienda in 13 paesi di 4 continenti.



Inoltre, la multinazionale ha recentemente lanciato una serie di nuovi impegni quantificabili volti ad affrontare le urgenti sfide sociali e ambientali legate al modo in cui il mondo produce e consuma il cibo. Tra gli impegni, la riduzione a due cifre delle emissioni del bestiame entro il 2030.

La riduzione delle emissioni di metano è cruciale per raggiungere l’obiettivo dell’accordo di Parigi di un riscaldamento globale massimo di 1,5 gradi, soprattutto perché l’effetto di riscaldamento del metano è più breve e molto più potente del biossido di carbonio. Gli esperti della Cop26, la conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Uniti, hanno sottolineato il grande impatto che può avere un’ulteriore attenzione alla riduzione delle emissioni di metano e il settore agricolo deve fare la sua parte. Tra l’altro, le mucche producono oltre il 50% delle emissioni di metano.

Per prepararsi a un ulteriore aumento di scala nei prossimi anni, è iniziata la progettazione di un nuovo grande impianto a Dalry, in Scozia, che dovrebbe essere avviato nel 2025.  Il sito di produzione di DSM a Dalry è in funzione da più di 60 anni e produce micro-nutrienti. È anche l’unico produttore occidentale di vitamina C.

Commenta