Condividi

Borsa, Tod’s affonda dopo i conti

A deludere gli analisti è stato l’ebitda, decisamente inferiore alle attese – Raffica di downgrade da Credit Suisse, Deutsche Bank e Natixis.

Borsa, Tod’s affonda dopo i conti

Giornata di passione per il titolo in Borsa di Tod’s, che a un’ora dall’apertura perde oltre sei punti percentuali, a 66,15 euro. Si tratta del peggior ribasso sul Ftse Mib.

L’ondata di vendite sulle azioni del gruppo guidato da Diego Della Valle arriva dopo la pubblicazione degli ultimi conti trimestrali. Ieri a mercati chiusi la società ha fatto sapere di aver archiviato i primi nove mesi del 2014 con ricavi in calo dell’1,5% su base annua, a quota 741 milioni. Nel solo terzo trimestre il fatturato è stato pari a 263,3 milioni (+0,7%). 



“I risultati dei nove mesi sono in linea con le nostre attese e riflettono l’impatto della nostra scelta di continuare ad investire per lo sviluppo del Gruppo, sia nella rete distributiva che nella capacità produttiva, anche in un contesto di mercati molto volatili”, ha commentato Della Valle.

A livello di aree geografiche, spicca il calo del 4,4% delle vendite in Italia, mentre in Europa ex-Italy la crescita è del 4%. Deboli riscontri anche in America (-3,1%) e Cina (-3,3%).

A deludere gli analisti è stato invece l’ebitda, a 156,4 milioni nei nove mesi, con un margine sulle vendite pari al 21,1%. Considerando il solo terzo trimestre, l’ebitda è stato di 53,4 milioni, decisamente sotto i 67,2 milioni del consensus Bloomberg. L’Ebit si è invece attestato a 123,9 milioni di euro, con un margine sulle vendite del 16,7%. Nei mesi tra luglio e settembre l’ebit risulta di 42,8 milioni, sotto i 56,3 milioni delle stime di consensus.

Dopo la diffusione di questi numeri, Credit Suisse ha tagliato il target price sul titolo Tod’s da 73 a 60 euro, con raccomandazione underweight e revisione al ribasso in media del 15% delle stime di Eps. Ridotto il prezzo obiettivo anche da parte di Natixis (da 65 a 60 euro) e Deutsche Bank (da 86 a 82 euro).

Commenta