Condividi

Biden, 17 misure in 1 giorno: la svolta del nuovo presidente

Subito dopo il suo insediamento, il nuovo presidente Usa ha cancellato le misure più controverse di Trump – Gli Stati Uniti rientrano nell’accordo di Parigi, dietrofront sull’uscita dall’Oms – Obbligo di mascherina nei territori federali

Biden, 17 misure in 1 giorno: la svolta del nuovo presidente

Non ha intenzione di perdere neanche un minuto Joe Biden. A poche ore dal suo insediamento ufficiale alla Casa Bianca, il 46esimo presidente degli Stati Uniti d’America ha firmato 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle misure più controverse varate dal suo predecessore e tracciano la strada per ciò che verrà nei prossimi giorni. 

Il nuovo inquilino della Casa Bianca, d’altronde, lo aveva promesso. I primi 100 giorni della sua presidenza cambieranno il volto degli Stati Uniti, in nome di quella ritrovata unità nazionale che Biden ha messo al centro del discorso pronunciato ieri dopo il suo giuramento da presidente. 



ACCORDO DI PARIGI E OMS

In attesa dell’ormai celebre American Rescue Plan, il maxi piano da 1.900 miliardi di dollari che mira a contrastare la crisi pandemica e che dovrà passare al vaglio del Congresso, i primi ordini esecutivi firmati da Biden cancellano con un colpo di spugna alcune delle decisioni più discusse di Donald Trump. Biden ha stabilito che gli Usa rientreranno nell’accordo di Parigi sul cambiamento climatico che avevano abbandonato lo scorso 4 novembre e ha fermato i lavori dell’oleodotto Keystone XL, precedentemente bloccati anche da Barack Obama e riavviati da Trump. 

Dietrofront anche sull’Oms. Il 7 luglio del 2020 Trump aveva annunciato l’intenzione di ritirare gli Usa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, accusata dall’ex presidente di inefficienza e di appiattimento su posizioni filo-cinesi nella lotta alla pandemia di Covid-19. La data di uscita ufficiale era fissata per il 6 luglio 2021, ma il nuovo Presidente ha annullato tutto e ha posto Anthony Fauci a capo della delegazione americana all’oma. 

IMMIGRAZIONE

Novità importanti anche sull’immigrazione. Biden ha abolito il cosiddetto Muslim Ban, l’ordine esecutivo che consente agli Usa di rifiutare i visti di ingresso a persone provenienti da Chad, Iran, Libia, Somalia, Siria, Yemen, Corea del Nord e Venezuela, chiedendo al Dipartimento di Stato di proporre dei risarcimenti alle persone danneggiate dalle restrizioni. Rimangono però in vigore le restrizioni sugli ingressi stabili a causa dell’emergenza di Covid-19. E a proposito di restrizioni, una delle ultime mosse di Trump è stata quella di revocare il bando sugli arrivi da Europa e Brasile a partire dal 26 gennaio 2021 per le persone che siano risultate negative al coronavirus. Anche in questo caso, Biden ha però deciso di ribaltare le scelte di Trump. “Sulla base dei consigli del nostro team medico, l’amministrazione non intende revocare queste restrizioni il 26 gennaio. La nostra intenzione è quella piuttosto di rafforzare le misure di sanità pubblica intorno ai viaggi internazionali per mitigare ulteriormente la diffusione del Covid 19”, ha annunciato un portavoce del presidente.

Biden ha infine deciso di interrompere la costruzione del muro al confine con il Messico, ponendo fine alla dichiarazione di emergenza nazionale utilizzata per finanziarlo. Le agenzie federali da cui dipende il controllo delle frontiere dovranno agevolare la riunificazione dei figli minorenni separati dai genitori. 

EMERGENZA COVID-19

La nuova amministrazione ha deciso di imporre l’uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento in tutti gli edifici pubblici e su tutti i terreni federali e sui mezzi di trasporto che collegano i 50 Stati americani. L’ordine esecutivo sollecita anche gli Stati e i Governi federali a fare lo stesso. Biden ha inoltre creato una nuova figura che si occuperà di coordinare le misure di risposta al Covid-19, riporterà direttamente al presidente e gestirà gli sforzi per produrre e distribuire vaccini e attrezzature mediche. Il ruolo è stato affidatoal funzionario governativo e dirigente d’azienda Jeffrey D. Zients.

Sotto il profilo economico sono stati prorogati il blocco degli sfratti e i tempi di pagamento degli interessi sui prestiti per gli studenti universitari. Ricordiamo infine che Biden ha promesso di raggiungere quota 100 milioni di vaccini nei primi 100 giorni della sua presidenza

Commenta