Condividi

Banco Bpm, il derisking continua

La banca guidata da Castagna ha compiuto un altro passo decisivo per la riduzione dei crediti difficili attraverso una nuova cartolarizzazione

Banco Bpm, il derisking continua

Banco Bpm annuncia che, venerdì 15 giugno è stata completata l’operazione di cartolarizzazione (c.d. “Project Exodus”), mediante l’emissione, da parte della società veicolo per la cartolarizzazione “Red Sea SPV SRL”, delle seguenti classi di titoli (ABS – Asset-Backed Securities):

• Titoli senior pari a Euro 1,656,505,000 milioni, corrispondenti al 32,5% del valore nominale e al 33,1% del valore contabile alla data di cut-off del 30.09.2017, a cui è stato attribuito un rating Baa2 e BBB rispettivamente da parte di Moody’s Investors Service e Scope Ratings GmbH;

• Titoli mezzanine pari a Euro 152,908,000 milioni;

• Titoli junior pari a circa Euro 50,969,000 milioni.

I titoli senior avranno un coupon pari a 6M Euribor + 0,6%. In relazione a tali titoli senior è stato attivato l’iter per il rilascio, da parte dello Stato Italiano, della garanzia sulla cartolarizzazione delle sofferenze ai sensi del D.L. 8/2016 (“GACS”). Il deconsolidamento ai fini contabili delle sofferenze sottostanti è previsto con effetto dal 30 giugno 2018, a seguito del collocamento dei titoli mezzanine e junior presso investitori istituzionali al termine di un processo competitivo attualmente in fase di completamento; in questo modo in soli 18 mesi Banco BPM supererà i target di derisking del piano originale.

Una volta completato il “Project Exodus”, le cessioni di sofferenze complessivamente operate da Banco BPM a partire dal 2016 ammonteranno a circa Euro 9,5 miliardi, corrispondenti a circa tre quarti del nuovo obiettivo di cessioni, passato da Euro 8 miliardi nel Piano Strategico 2016-2019 a Euro 13 miliardi.

L’operazione è stata strutturata dal team di Deutsche Bank, Mediobanca Banca di Credito Finanziario e Banca Akros in qualità di Arranger. Chiomenti e Riolo Calderaro Crisostomo hanno assistito rispettivamente Banco BPM e gli Arranger per gli aspetti legali. La società veicolo di cartolarizzazione ha nominato come Servicer e Special Servicer del portafoglio cartolarizzato Prelios Credit Servicing S.p.A., che svolgerà, in nome e per conto, della SPV medesima, l’attività di gestione, amministrazione, recupero e riscossione dei crediti.

Commenta