Condividi

Anche Acea in pista su banda ultralarga

L’ad della compagnia Alberto Ierace annuncia: “Siamo stati ascoltati dal governo. Contatti con soggetti potenzialmente interessati. Quando ci sarà un modello di business definito lo valuteremo” – “Non vogliamo sostituirci agli operatori di Tlc, ma possiamo fare qualcosa di utile per la crescita”.

Anche Acea in pista su banda ultralarga

Acea sta valutando la possibilità di entrare nella partita della banda ultralarga. A dirlo è l’amministratore delegato della società Alberto Ierace: “Siamo stati ascoltati dal Governo, abbiamo espresso la nostra opinione. E’ evidente che è un qualcosa in corso di definizione, non c’e’ ancora un modello di business definito: quando lo sarà lo valuteremo con attenzione, sicuramente io esprimo il nostro interesse”.

In ogni caso Ierace, che ha parlato a margine dell’inaugurazione di una “casa dell’acqua” al Colosseo, ha chiarito che l’azione di Acea sarebbe “entro dei confini, perchè noi non siamo certo un operatore di Tlc, non siamo interessati a quello, noi possiamo fare gli elettricisti”.

“Se possiamo fare qualcosa di utile per accelerare lo sviluppo della banda larga in Italia – ha proseguito Ierace -, la possiamo anche considerare una opportunità di crescita e di creazione di valore per Acea”. Sull’argomento Acea ha già avuto “contatti – come confermato dall’ad – con soggetti potenzialmente interessati”.

Commenta