Condividi

ACCADDE OGGI – Nixon-Kennedy: 60 anni fa lo scontro storico in tv

Oggi, 60 anni fa, andava in scena il primo dibattito televisivo di sempre fra due candidati alla Casa Bianca – Fu un trionfo per JFK, che dimostrò al mondo quanto fosse importante sapersi muovere davanti alla telecamera.

ACCADDE OGGI – Nixon-Kennedy: 60 anni fa lo scontro storico in tv

Era il 26 settembre del 1960, esattamente 60 anni fa. Quella sera, a Chicago, due signori misero in scena uno degli spettacoli più noti nella storia della comunicazione politica. Teatro dell’evento: gli studi della Cbs news. I due signori erano Richard Nixon e John Fitzgerald Kennedy. Lo spettacolo, il primo dibattito televisivo di sempre fra due candidati alla Casa Bianca.

Lo scontro di quella sera cambiò per sempre l’organizzazione delle campagne presidenziali Usa, ma anche delle campagne elettorali in generale. Fu la dimostrazione di quanto la televisione potesse incidere sull’opinione pubblica, orientandola in modo più efficace e pervasivo rispetto alla radio.

E, soprattutto, quella serata dimostrò a ogni leader (o aspirante tale) quanto fosse importante prepararsi ad andare in televisione. Curare l’immagine, studiare i movimenti, la postura del corpo, l’espressione del viso.

In ognuna di queste categorie Kennedy surclassò Nixon. Di fronte a 70 milioni di telespettatori, il giovane candidato democratico si presentò più pronto che mai: sorridente, abbronzato dopo mesi di comizi all’aperto, con lo sguardo fisso nell’obiettivo ad ogni risposta. Disinvolto, una mano in tasca, come se stesse davvero parlando con ogni singolo americano davanti alla televisione. Tutto questo, naturalmente, non era frutto del caso, ma di un lungo lavoro con una squadra di comunicatori.

A fianco a un Kennedy ammaliante, Nixon si presentò pallido, con qualche linea di febbre, esausto, sudato, vestito di grigio. E il suo sguardo tendeva a evitare la telecamera. Non ci fu storia: al di là dei contenuti, la gara sul piano della comunicazione fu stravinta da JFK, che poi trionfò anche alle presidenziali (seppure con un margine ridottissimo: 49,7% contro 49,5%).

Ora, a 60 anni di distanza e con le elezioni americane che incombono di nuovo, è inevitabile confrontare lo spessore dei candidati di allora e di oggi: Nixon contro Trump, Kennedy contro Biden. Anche in questo caso, non c’è storia.  

Commenta