Condividi

WhatsApp, la doppia spunta blu non lascia scampo: messaggio letto

L’app che collega via chat milioni di persone in Italia e nel mondo ha introdotto un aggiornamento che avvisa della lettura di un messaggio ricevuto – Ma la privacy è garantita? La rete insorge

WhatsApp, la doppia spunta blu non lascia scampo: messaggio letto

Se da oggi, utilizzando la chat di WhatsApp, troverete una doppia spunta di colore blu (e non più verde) non allarmatevi: è l’ultima novità della celeberrima app che collega milioni di persone in Italia e nel mondo e che ha introdotto, con un nuovo aggiornamento, la tanto chiacchierata e temuta “doppia spunta blu”, che avvisa della lettura di un messaggio ricevuto. E non solo, come la famosa “doppia spunta verde”, della ricezione del messaggio da parte dell’interlocutore virtuale.

Per ricapitolare, quindi: una spunta corrisponde a “messaggio inviato”, due spunte a “messaggio ricevuto”, due spunte blu a “messaggio letto”. Un servizio preciso, che però sembra fare a pugni, oltre che con le più o meno legittime fisse di chi vuole far finta di non aver letto un messaggio, con la delicata questione della privacy. Tanto che ha già scatenato reazioni vivaci sulla rete.



Il problema si era posto con altre chat e con alcuni servizi di posta elettronica, primo fra tutti quello di Google, Gmail. Quest’ultimo ha infatti introdotto un sistema per avere conferma dell’avvenuta lettura dei messaggi, che non è stato molto ben accolto dagli utenti.  La questione sembra comunque più di principio che di sostanza, visto che in un universo, quello dei social network, che tiene tutto e tutti in costante comunicazione, il concetto di privacy è quantomeno confuso oltre che sicuramente ridimensionato dalle stesse scelte dell’utente, che rende pubblica parte della sua vita e spulcia sulle bacheche altrui quella degli altri.

La doppia spunta blu non è però l’unica novità in cantiere per WhatsApp, anche se per gli aggiornamenti veri e propri dell’app e in particolare quello – attesissimo – che dovrebbe integrare le chiamate VoIP all’interno del servizio, non c’è ancora nessuna notizia certa. Dopo l’ultimo rinvio, la data approssimativa di rilascio è ancora il 2015.

Commenta