Condividi

Vertice Ue, stampa estera: Italia e Spagna vincono sulla Merkel

I principali quotidiani online di tutto il mondo sono chiari nell’assegnare una netta vittoria ai premier Mario Monti e Mariano Rajoy – I due hanno battuto la Merkel nel braccio di ferro per lo scudo anti-spread – Molto soddisfatto anche il presidente della Bce Mario Draghi – NYTimes però avverte: “Senza un forte asse Parigi-Berlino l’euro non è salvo”.

Vertice Ue, stampa estera: Italia e Spagna vincono sulla Merkel

Merkel si inchina alle pressioni di Italia e Spagna“. Titola così il quotidiano austriaco Der Standart. Nel mondo di lingua tedesca la condizione posta dai due paesi latini – che hanno vincolato la loro adesione al patto di crescita al via libera allo scudo anti-spread – è stata visto come un cedimento della cancelliera tedesca Angela Merkel alle pressioni italo-spagnole. Per la versione tedesca del Financial Times l’ “euro-zona accetta di aiutare l’Italia e la Spagna“. E mentre Merkel è “irritata” (o piuttosto sicuramente amareggiata dalla sconfitta calcistica), praticamente tutti i giornali esaltano la soddisfazione di Mario Monti.

La presse francese preferisce vedere una vittoria dell’euro piuttosto che una sconfitta della Cancelliera. “L’accordo è stato nell’interesse di tutti” ha detto il presidente François Hollande che è riuscito a ottenere il pacchetto di crescita da lui “fortemente voluto”, come scrive le Monde. Per Le Figaro, “i mercati possono tornare a respirare” ma “l‘Italia e la Spagna sono riuscite a imporre la loro volontà“, mentre Hollande è rimasto “in secondo piano”.

In Spagna, immancabile un compiacimento generale. “La Merkel ha finalmente accettato che il fondo salva-Stati possa ricapitalizzare direttamente le banche spagnole”, scrive el Pais. El Mundo riporta le parole di Monti: “E’ stata una negoziazione difficile ma ne è valsa la pena”.

Dall’altra parte dell’oceano, il New York Times delinea un quadro più complesso. Riprendendo le parole del direttore generale del Centro Europeo di Ricerca, Charles Grant, il quotidiano scrive che “la mancata connessione degli ultimi tempi tra Parigi e Berlino sta destabilizzando l’euro” e ha portato a concentrarsi sulle soluzioni di breve periodo imposte da Italia e Spagna. “Merkel ha dato a Hollande il pacchetto di crescita che aveva chiesto durante la sua campagna elettorale ma questo è in gran parte costituito da fondi già esistenti”. La vittoria di Italia e Spagna dunque è temporanea, e senza un accordo più lungimirante e senza una maggiore intesa tra Francia e Germania l’euro non sarà salvo. Il Guardian ribadisce che “è stata una vittoria per Italia e Spagna”, mentre il Wall Street Journal sottolinea che dal vertice Ue arrivano “buone notizie per i mercati”.

Infine in molti riportano le parole soddisfatte del presidente della Bce Mario Draghi: “Siamo molto soddisfatti delle decisioni prese ieri, e oggi continueremo le discussioni”. 

Commenta