Condividi

Standard & Poor’s: Italia ad alto rischio corruzione

Secondo un report sulle assicurazioni dell’agenzia di rating, l’Italia sarebbe ad altro rischio corruzione, vista la carenza nella cultura dei pagamenti e nella legalità – La classifica di Transparency International pone l’Italia al 72simo posto per livello percepito di corruzione.

Standard & Poor’s: Italia ad alto rischio corruzione

La corruzione è un fattore ad “alto rischio” per l’Italia. A dirlo, in un rapporto sulle assicurazioni, è Standard & Poor’s, che segnala come a forte rischio sia la cultura dei pagamenti che il principio della legalità nella Penisola.

A supportare la tesi di Standard & Poor’s, spiega la stessa agenzia di rating, sono i risultati dalla classifica stilata da Transparency International, che pone l’Italia al 72simo posto su 183 Paesi, per quanto riguarda il livello percepito di corruzione nel settore pubblico.



Anche altri indicatori, quelli stilati dalla Banca Mondiale, concorrono ad un’immagine dell’Italia ben al di sotto degli standard fissati dai maggiori Paesi europei. Secondo l’istituto di Washingotn, infatti, l’Italia si trova al 62esimo percentile per quanto riguarda la cultura dei pagamenti e al 58esimo per il controllo della corruzione.

Questi indicatori, si legge nella nota diffusa da Standard & Poor’s, “riflettono la qualità e la tempestività dell’attuazione dei contratti e dei tribunali e i costi di transazione che impongono a imprese e investitori”.

Commenta