Condividi

Spending review: Federfarma annuncia serrata farmacie il 26 luglio

Il presidente di Federfarma Annarosa Racca annuncia nuove misure contro i tagli previsti dalla spending review: “Possibile serrata farmacie il 26 luglio” – Oggi il sit in a piazza Montecitorio – Il nodo è l’abbassamento del tetto di spesa per la farmaceutica territoraile all’11,5%, previsto un calo dell’occupazione nel settore pari a 20mila unità.

Spending review: Federfarma annuncia serrata farmacie il 26 luglio

Annarosa Racca, presidente dell’associazione di categoria Federfarma ha preannunciato oggi, a margine di una conferenza stampa, una possibile serrata delle farmacie per il 26 luglio come protesta per le misure della spending review.

“I tagli previsti sono insopportabili e vanno al di là della possibilità che ha una farmacia del servizio sanitario nazionale di rimanere aperta” ha affermato Annarosa Racca, che ha parlato delle altre azioni messe in moto dall’associazione, come il sit-in di oggi in piazza Montecitorio, al quale parteciperanno delegati da tutta Italia, arrivando poi a paventare la possibile disdetta della convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale.

Il nodo della questione è l’abbassamento del tetto di spesa per la farmaceutica territoriale dal 13,3% all’11,5%, a cui si accompagna la conferma, in caso di sfondamento del tetto, del meccanismo di ripiano totalmente a carico della filiera farmaceutica. “I tagli previsti dal decreto, 40 mila euro a farmacia circa, è il costo di un dipendente”, ha continuato Racca. Federfarma ha previsto un calo dell’occupazione nelle farmacie di 20.000 unità, a seguito della spending review.

 

Commenta