Condividi

Sorgenia sceglie Open Fiber per la fibra ultraveloce

La società guidata da Gianfilippo Mancini entra anche lei nel mercato della connessione internet ultraveloce, con l’offerta Next Fiber: un unico fornitore per energia e fibra, ed un Energy Lab capace di misurare i consumi degli elettrodomestici di casa.

Sorgenia sceglie Open Fiber per la fibra ultraveloce

Sorgenia entra nella partita della rete Internet e si candida ad essere un nuovo player in grado di offrire energia e connessione insieme, con un occhio alla sostenibilità: da oggi infatti, grazie alla collaborazione con Open Fiber, i clienti della società guidata da Gianfilippo Mancini potranno richiedere la connettività FTTH (Fiber To The Home) ed avere così performance di navigazione elevatissime, non paragonabili a quelle delle reti in rame o miste fibra-rame. La scelta, spiega una nota, è coerente con i valori di attenzione all’ambiente e innovazione “che Sorgenia promuove da sempre”.

La fibra infatti è oggi considerata una tecnologia “future-proof”: non solo ha un bassissimo impatto ambientale ma concorre a rendere sempre più accessibili i servizi digitali, riducendo gli sprechi e diffondendo una cultura green. La scelta del partner tecnologico è quasi naturalmente caduta su Open Fiber perché realizza infrastrutture di rete a banda ultralarga solo in fibra ottica, che permette la navigazione a 1 gigabit al secondo, e ha l’obiettivo di assicurare in pochi anni una copertura capillare delle città e di tutto il territorio italiano.

“La scelta di offrire internet ultraveloce – ha commentato l’Ad di Sorgenia Gianfilippo Mancini – è in linea con il nostro impegno a sviluppare soluzioni digitali e attente all’ambiente. Abbiamo scelto la migliore tecnologia oggi esistente e condiviso con il nostro partner Open Fiber l’obiettivo di portare la banda ultra larga nelle case degli italiani. I clienti di Sorgenia potranno da oggi gestire energia e fibra attraverso un’unica app, ed avere il mondo a portata di clic”.

“L’accordo con Sorgenia – ha aggiunto Elisabetta Ripa, Ad di Open Fiber – conferma la validità della grande opera che Open Fiber sta realizzando in tutto il Paese. È un passo importante perché grazie alla nostra offerta Open Internet riusciamo ad aprire il mercato a nuovi player consentendo di vendere connessione internet al cliente finale utilizzando la rete FTTH e l’infrastruttura tecnologica che mettiamo a disposizione. Questa iniziativa commerciale conferma e declina in tutto il suo potenziale la natura neutrale di Open Fiber che garantisce a tutti parità di accesso alla propria rete”.

La nuova offerta di Sorgenia si chiama Next Fiber e prevede tra l’altro un Energy Lab all’interno della app, che consente di effettuare un checkup della spesa energetica, scomponendo i consumi elettrici per ogni elettrodomestico e dando suggerimenti su come risparmiare e ridurre il proprio carbon footprint. Il servizio si basa su algoritmi di AI che acquisiscono i dati direttamente dai contatori di ultima generazione.

Commenta