Condividi

Serie A, Roma: conti in rosso. Indebitamento netto pari a 404,7 milioni

I conti non tornano all’AS Roma. Su richiesta della Consob, il club giallorosso ha diffuso il comunicato stampa con la situazione finanziaria della Società

Serie A, Roma: conti in rosso. Indebitamento netto pari a 404,7 milioni

Cresce ancora l’indebitamento finanziario del club giallorosso. Al 30 settembre 2021, il totale dei debiti finanziari onerosi, verso banche e altri finanziatori, al netto delle liquidità immediatamente reperibili dall’Società (cassa e banche), evidenzia un indebitamento netto pari a 404,7 milioni di euro, in aumento rispetto ai 302 milioni di euro al 30 giugno 2021. Il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 30 giugno 2021 della squadra capitolina segna perdite per 185,3 milioni, mentre i ricavi arrivano solo a 190,4 milioni.

Nel dettaglio, l’incremento, pari a 102,7 milioni di euro, è “sostanzialmente determinato dai finanziamenti soci erogati nei mesi di luglio, agosto e settembre da Romulus and Remus Investments LLC per il tramite della controllante Neep Roma Holding, per 110,9 milioni di euro parzialmente compensate dalle maggiori disponibilità liquide”. Nello specifico, si compone: per 33,5 milioni (22,8 milioni di euro, al 30 giugno 2021), attività finanziarie non correnti per 10 milioni (10 milioni al 30 giugno 2021) e indebitamento, per complessivi 448,2 milioni di euro (334,9 milioni al 30 giugno 2021).



Male anche per il club bianconero. La Juventus ha chiuso l’esercizio per la stagione 2020-21, con una perdita consolidata di 209,9 milioni di euro, rispetto agli 89,7 milioni dell’esercizio precedente, per effetto di minori ricavi per 92,7 milioni – correlati sia agli effetti direttamente imputabili alla crisi pandemiaca sia a minori proventi da gestione diritti da calciatori. In incremento i costi operativi di 35,2 milioni, il patrimonio netto del Gruppo è di 28,4 milioni, mentre l’indebitamento finanziario netto ammonta a 389,2 milioni di euro.

Secondo quanto dichiarato dalla Società, il peggioramento di 4 milioni “sconta l’effetto negativo dell’intervenuto consolidamento della B&W Nest S.r.l. e dei relativi debiti finanziari ai sensi dell’IFRS 16 per 14,7 milioni”. Nonostante ciò, “beneficia dei flussi positivi della gestione operativa (+42,0 milioni, originati anche da una tempistica particolarmente favorevole di incassi e esborsi), assorbiti dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti (-6,5 milioni netti, dato che include l’effetto positivo per 55,2 milioni della cessione pro-soluto di alcuni crediti vantati verso società calcistiche estere), dagli investimenti in altre immobilizzazioni e partecipazioni (-6,1 milioni netti) e nelle attività finanziarie (-10,7 milioni)”.

Commenta