Condividi

Raccolta, Hera sempre più green con i contenitori intelligenti

Con i nuovi Smarty la raccolta differenziata fa un salto di qualità. Prevista l’installazione di 50mila nuovi contenitori entro il 2025. La società di vendita del Gruppo Hera si è aggiudicata quattro lotti della gara Consip, per un valore di più di 580 milioni di euro

Raccolta, Hera sempre più green con i contenitori intelligenti

La raccolta differenziata diventa sempre più interattiva e rispettosa dell’ambiente, grazie all’innovativo sistema “Smarty”, i contenitori “intelligenti” di ultima generazione per aumentare quantità e qualità. Entro il 2025 è prevista la collocazione di circa 50mila contenitori intelligenti nelle aree del territorio emiliano-romagnolo gestito dal Gruppo Hera.

Ad oggi, sono stati installati oltre 3.150 cassonetti Smarty, dotati di sistema di riconoscimento utente e di misurazione rifiuti per migliorare la qualità della raccolta differenziata. Di questi, circa 1.600 sono stati collocati in Emilia e 1.550 in Romagna, soprattutto a Rimini, dove sono operative oltre 500 postazioni (pari a 1.520 cassonetti), e a Riolo Terme, dove ne sono stati inseriti 30 nelle zone del forese.



“Con il sistema Smarty la raccolta differenziata fa un ulteriore passo in avanti verso l’innovazione, grazie a una tecnologia in grado di modulare il prodotto secondo i fabbisogni, e la sicurezza, tramite un sistema di comunicazione protetta con raccolta dati direttamente sul campo che viene trasferita alla centrale operativa”, ha precisato Franco Fogacci, Direttore Centrale servizi ambientali e flotte del Gruppo Hera.

Il sistema Smarty comprende, oltre ai contenitori stradali, anche le torrette informatizzate interrate e le Eco Smarty, strutture modulari personalizzabili dotate di pannello fotovoltaico, sensore di rilevamento del livello di riempimento con trasferimento dati alla base operativa e sistema di igienizzazione per indifferenziato e organico.

Entrambe le strutture sono sicure, innovative e abbelliscono anche l’ambiente: le Eco Smarty e le torrette si adattano bene ai centri storici e località turistiche, in questo modo Hera intende sviluppare un sistema sostenibile di raccolta differenziata migliorando anche la percezione della qualità architettonica dello spazio urbano. 

“E’ anche un sistema flessibile e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, con un occhio di riguardo all’estetica: i contenitori intelligenti di ultima generazione sono infatti più belli, grazie a forme e materiali moderni, e adattabili a centri storici e località turistiche; inoltre sono impermeabili all’acqua piovana e più facili da utilizzare”, ha aggiunto Guglielmo Calabrese, Amministratore Delegato di Uniflotte, la società del Gruppo Hera che gestisce le flotte aziendali e i contenitori ambientali.

Nel frattempo, la società di vendita del Gruppo Hera, Hera Comm, si è aggiudicata 4 dei lotti messi a gara da Consip per la fornitura di energia elettrica alle Pubbliche Amministrazioni. I lotti sono relativi a Provincia di Roma, Campania, Calabria e Sicilia e riguardano circa 39mila punti di fornitura, per oltre 3,4 TWh di energia, per un valore di oltre 580 milioni di euro.

La convenzione partirà alla fine del 2021, per una durata complessiva di due anni a seconda dell’opzione di fornitura, a prezzo fisso o variabile, che verrà scelta. Hera Comm ha vinto la gara in virtù di un’offerta economica vantaggiosa che prevede anche l’attivazione dell’Opzione Verde, con la fornitura per il 50% di energia da fonti rinnovabili.

Commenta