Condividi

Pmi manifatturiero in calo in Europa, ma Italia sopra la media

In marzo l’Indice Pmi IHS Markit che misura lo stato di salute del settore manifatturiero registra un rallentamento della crescita in tutta l’Eurozona, con il dato che è tornato ai livelli di luglio 2017 – In Italia resta sopra la media storica e i livelli occupazionali sono aumentati nuovamente.

Pmi manifatturiero in calo in Europa, ma Italia sopra la media

Rallenta l’indice Pmi manifatturiero in Europa, anche se in Italia rimane ben al di sopra della media storica. E’ quanto emerge dai dati dell’Indice Pmi IHS Markit, che per il settore manifatturiero italiano indica una diminuzione a marzo a 55,1 da 56,8 di febbraio. Il valore rappresenta il risultato più basso registrato da luglio, vale a dire da otto mesi. Sia la produzione che i nuovi ordini sono aumentati a tassi più deboli, mentre si attenua al livello più basso dalla scorsa estate l’ottimismo delle aziende. Non mancano però gli elementi positivi: a causa dell’incremento del carico di lavoro, osserva Markit, i livelli occupazionali sono aumentati nuovamente, mentre sul fronte dei prezzi, diminuiscono i tassi di inflazione dei costi di acquisto e di vendita.

Non lo stesso si può dire del dato tedesco e di quello di tutta l’Eurozona. Anche in Germania, come in Italia, la lettura di marzo rappresenta il minimo da luglio 2017, ma è ben al di sotto di quella vista al culmine della ripresa lo scorso dicembre. Il settore manifatturiero tedesco continua infatti a perdere slancio a marzo con una crescita della produzione in rallentamento il terzo mese consecutivo: l’indice Pmi manifatturiero è sceso a 58,2, in calo da 60,6 a febbraio e sotto le attese del mercato, anche se il settore continua a segnalare un forte miglioramento generale delle condizioni commerciali



Il settore manifatturiero dell’Eurozona scende anch’esso ai minimi da otto mesi a causa del generale rallentamento della crescita nei principali Paesi. I tassi di espansione sono diminuiti in tutte le nazioni coperte dall’ultima indagine Pmi di Ihs Markit con l’indice finale del settore manifatturiero dell’Eurozona che si è attestato a 56,6, valore invariato rispetto alla precedente stima flash, in calo dai 58,6 di febbraio. La media del primo trimestre di 58,2 rimane, tuttavia, indicativa di una solida crescita.

Commenta