Condividi

Padoan: niente aumenti per banche Ue

Il ministro dopo l’Ecofin: “Nessuna criticità sulle banche italiane” – “Il nostro governo è fortemente contrario a un’introduzione sicuramente meccanica di vincoli alla detenzione di titoli di Stato da parte delle banche”

Padoan: niente aumenti per banche Ue

“Le banche italiane sono uscite molto bene dalla valutazione della solidità dei bilanci: anche le valutazioni ex post non hanno fatto emergere criticità” e lo stesso Mario Draghi, presidente della Bce, “ha ribadito poco tempo fa come in Europa, e quindi anche in Italia, non ci sia necessità di aumenti di capitale”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, a conclusione della riunione dell’Ecofin.

Quanto ad altre possibili misure sul settore bancario, “sia chiaro che il governo italiano – ha aggiunto Padoan – è fortemente contrario a un’introduzione sicuramente meccanica di vincoli alla detenzione di titoli di Stato da parte delle banche”.

Il ministro fa riferimento a quanto riportato da un articolo del Corriere della Sera del 4 febbraio scorso, secondo cui la Germania e altri Stati membri starebbero studiando delle norme per limitare, probabilmente sotto una soglia del 25% del patrimonio, l’esposizione delle banche dell’Eurozona nei confronti dei titoli di Stato del proprio paese.

Eventuali questioni sulle scelte sulla composizione dei portafogli delle banche, ha continuato Padoan, “devono essere risolte a livello dei regolamenti internazionali di Basilea o a livello globale”, mentre “qualunque vincolo meccanicistico” introdotto a livello europeo “avrebbe conseguenze negative”.

Commenta