Condividi

Nuovo codice della strada: la guida completa in 10 punti

Dalle multe (molto più salate) ai monopattini, dai parcheggi al foglio rosa e al bonus patente, ecco tutte le novità del nuovo codice della strada

Nuovo codice della strada: la guida completa in 10 punti

Sta per entrare in vigore il nuovo Codice della Strada previsto dal decreto Infrastrutture che dovrà essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro mercoledì 10 novembre. Il nuovo codice prevede importanti novità che incideranno sulla quotidianità di tutti. Dalle multe per gli smartphone e per i parcheggi alle nuove regole per i monopattini, passando per il foglio rosa e il bonus patente. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

CODICE DELLA STRADA: LE MULTE

Il capitolo multe è quello più corposo. Il nuovo codice della strada mette nero su bianco che saranno multati gli automobilisti che guidano con in mano “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”. La sanzione era già prevista dalle attuali norme, ma in mancanza di un elenco chiaro erano in molti a cercare di sfruttare la situazione, appigliandosi a “cavilli”. Con il nuovo codice della strada, non sarà più possibile. 



Multe e sanzioni più severe per chi parcheggia nelle aree di sosta riservate ai disabili. L’importo raddoppia dagli attuali 84-335 euro a 168-672 euro. Mano pesante sui punti della patente: oggi vengono decurtati 2 punti, domani saranno 6. 

Cambiano anche le sanzioni rivolte a chi guida uno scooter o una moto e trasporta un passeggero senza casco. Fino ad oggi la legge prevedeva che, trasportando una persona senza casco, il conducente sarebbe stato sanzionato solo nel caso in cui la persona in questione fosse stata minorenne. Con il nuovo codice della strada la sanzione scatterà a prescindere dall’età del passeggero. 

Multe severe per chi lancia oggetti dal veicolo: gli importi andranno da 26 a 866 euro. Novità importanti anche per chi commette un’infrazione con un’auto a noleggio. Sarà il cliente a pagare per le infrazioni commesse e le società dovranno collaborare, fornendo agli uffici le generalità del cliente. 

Infine, gli enti locali che incassano le multe avranno l’obbligo di pubblicare una relazione annuale contenente informazioni sulla destinazione degli introiti. I dati dovranno essere pubblicati anche sui siti istituzionali. 

CODICE DELLA STRADA: I MONOPATTINI

Arrivano le nuove regole sui monopattini. Non ci sarà l’obbligo di casco, né quello di targa, ma dal 1° luglio 2022, i nuovi monopattini in commercio dovranno essere provvisti di frecce, stop e freni su entrambe le ruote. Chi acquista un veicolo sprovvisto delle caratteristiche richieste avrà tempo fino al 1° gennaio 2024 per adeguarsi alla nuova normativa. Parlando dei limiti di velocità, non si potranno superare i 6 km/h nelle aree pedonali, mentre in tutti gli altri casi il limite scende da 25 a 20 km/h. Ribaditi i divieti di parcheggiare sui marciapiedi e di procedere contromano. Dopo il tramonto si potrà circolare solo se il monopattino è provvisto di luce bianca o gialla fissa e posteriormente di luce rossa fissa. Quelli elettrici dovranno essere dotati anche di catadiottri rossi. I conducenti dovranno invece indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.

NUOVE REGOLE SUI PARCHEGGI 

Dal 1° gennaio 2022 la sosta nei parcheggi contrassegnati dalle strisce blu sarà gratuita per le persone con disabilità, a condizione però che le specifiche aree di sosta siano occupate e che sull’auto sia esibito l’apposito contrassegno. 

Dovrà inoltre essere incrementato il numero di parcheggi riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli sotto i 2 anni. 

LE NOVITÀ SU FOGLIO ROSA E NEOPATENTATI

La durata del foglio resa viene estesa da 6 mesi ad 1 anno. L’esame di guida per il conseguimento della patente B potrà essere ripetuto tre volte. Previsti nuovi limiti per i neopatentati che potranno guidare mezzi fino a 74 CV di potenza da soli e fino a 95 Cv di potenza a condizione che al loro franco sia presente una persona under 65 in possesso di una patente da almeno 10 anni. E ancora: chi si esercita alla guida senza istruttore potrà essere sanzionato con una multa da 530 a 1.731 euro e con la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi. 

BONUS PATENTE

Dal 1° gennaio al 30 giugno 2022, i giovani sotto i 35 anni che percepiscono reddito di cittadinanza o ammortizzatori sociali avranno diritto a un contributo per il conseguimento della patente. L’importo non dovrà superare il 50% del totale fino a un massimo di mille euro. Ulteriore condizione: il richiedente dovrà dimostrare di dover lavorare nel settore dell’autotrasporto. 

CODICE DELLA STRADA: RICARICHE ELETTRICHE

Chi deve ricaricare la propria auto elettrica potrà sostare davanti alle colonnine di ricarica solo per il tempo necessario a fare il pieno. Il divieto non vale dalle 23 alle 7, eccezion fatta per gli spazi riservati alle ricariche veloci e superveloci. 

STRISCE PEDONALI

Nuove regole in prossimità delle strisce pedonali. L’obbligo di precedenza dovrà essere dato sia ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento che a quelli che si accingono ad attraversare. 

MEZZI PUBBLICI

Allo scopo di ridurre le emissioni e contrastare l’inquinamento dei centri urbani il nuovo codice prevede i seguenti divieti di circolazione:

  • veicoli di categoria M2 e M3 Euro 1 dal 30 giugno 2022;
  • veicoli di categoria M2 e M3 di mezzi Euro 2 dal 1° gennaio 2023;
  • veicoli di categoria M2 e M3 Euro 3 dal 1° gennaio 2024.

Vengono inoltre stanziati 5 milioni di euro per il 2022 e 7 milioni di euro annuali dal 2023 al 2035 per il rinnovo del parco veicoli del trasporto pubblico. 

PUBBLICITÀ OFFENSIVA

Vietata qualsiasi forma di pubblicità il cui contenuto proponga messaggi sessisti, violenti, stereotipi di genere offensivi o messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell’appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche. In caso di violazione sarà revocata l’autorizzazione. La pubblicità contestata dovrà essere rimossa entro cinque giorni. 

UTENTI VULNERABILI

Il nuovo art. 3 del Codice della Strada chirisce chi sono gli “utenti vulnerabili”. Si tratta di pedoni, persone con disabilità, ciclisti soggetti che meritano una tutela particolare dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade.

Commenta