Condividi

M5S, lo scandalo dei rimborsi ne mette in luce la piena falsità

L’idea dei grillini di versare una parte del proprio stipendio al Fondo delle microimprese è “pura propaganda” e lo scandalo di Rimborsopoli è un fatto gravissimo che avrà ripercussioni anche sulla prossima legislatura perchè i rei, una volta eletti, non potranno essere cacciati dal Parlamento – Altro che onestà

M5S, lo scandalo dei rimborsi ne mette in luce la piena falsità

L’idea dei grillini di versare una parte del proprio stipendio è pura propaganda. Quasi tutti i deputati danno una somma del proprio stipendio al partito di riferimento, i 5stelle non avendo versato nulla alla Casaleggio, cosa che invece probabilmente faranno dalla prossima legislatura, hanno versato parte del proprio stipendio nel Fondo per le microimprese. Poi ricordiamo che si tengono tutto il rimborso spese, e sono altri 5 mila euro al mese, in più usano in toto anche i soldi che Camera e Senato destinano ai gruppi parlamentari.

Alcuni deputati hanno mentito all’opinione pubblica, venendo meno a una parola data. E questo fatto è molto grave, specie per chi ha alzato la barriera dell’onesta come hanno fatto per 5 anni i grillini. Altro punto fondamentale: queste persone una volta elette che faranno? Non possono essere cacciate dal Parlamento. Quindi avremo deputati senza partito che andranno al gruppo misto e faranno da stampella al nuovo Governo che nascerà.



I 5stelle oltre ad avere poche idee, e quelle poche che hanno sono sbagliate per l’Italia, dimostrano di non essere per niente puri. Sono certo che questo fatto nei prossimi mesi metterà totalmente in luce la falsità di tutto il Movimento 5 Stelle.

Commenta