Condividi

La presidente Cristina Kirchner accusa Techint di posizione dominante

Il ceo del gruppo italiano, Paolo Rocca, che ha in programma investimenti in Argentina per oltre un miliardo di dollari, aveva accusato l’Argentina di perdita di competitività e la reazione della Casa Rosada non si è fatta attendere.

La presidente Cristina Kirchner accusa Techint di posizione dominante

Aria di tempesta sul gruppo Techint dei fratelli Rocca in Argentina. Qualche tempo fa il ceo Paolo Rocca aveva criticato la gestione della politica economica dell’Argentina, dove il Gruppo ha radici da sempre, e rilevato la perdita di competitività del Paese. La reazione della Casa Rosada è stata furiosa e la presidente Cristina Kirchner ha accusato il gruppo italiano di avere una posizione dominante. Il conflitto è particolarmente delicato perché in ballo ci sono investimenti di oltre un miliardo di dollari che Techint ha programmato nel Paese sudamericano e che ora rischiano di tornare in discussione.

Dopo la sfuriata della Presidente, Rocca ha inviato una missiva alla Casa Rosada correggendo un po’ il tiro e sperando di ricucire lo strappo. Ma finora le reazioni dei vertici istituzionali argentini sono fredde.



 

Leggi un approfondimento sul quotidiano argentino La Nacion

Commenta