Condividi

La Juve sorpassa il Napoli, il Milan sogna la Champions

I campioni d’Italia tornano in testa alla classifica con una partita in meno: battono l’Udinese con due gol di Dybala e scavalcano il Napoli – Domenica felice anche per il Milan che espugna Genova e sogna l’ingresso in Champions

La Juve sorpassa il Napoli, il Milan sogna la Champions

La Juve si prende la vetta, il Milan continua la sua rimonta. Domenica di festa per bianconeri e rossoneri, entrambi vittoriosi e contenti seppur per motivi molto diversi. La squadra di Allegri ha un obiettivo molto più importante, su questo non c’è dubbio, inoltre è sempre più vicina a raggiungerlo tanto da vederlo già all’orizzonte, quella di Gattuso invece è ancora impegnata a rincorrere ma già il solo fatto di parlare di Champions, visto e considerato il punto di partenza, è una mezza vittoria.

Nel 2-0 della Signora sull’Udinese c’è tutta la maturità di un gruppo capace di vincere quasi col pilota automatico, in barba a infortuni, stanchezza o pancia piena, l’1-0 al fotofinish del Diavolo a Genova invece rappresenta al meglio una squadra ancora lontana dalla perfezione ma cattiva e determinata proprio come il suo allenatore. A dare il là alle danze è stata la Juve: il successo dello Stadium (doppio Dybala al 20’ e al 49’) vale il sorpasso sul Napoli addirittura prima di giocare con l’Atalanta.



Mercoledì, nel recupero della 26esima giornata, i punti di vantaggio potrebbero diventare 4, il tutto con la prospettiva di giocare lo scontro diretto in casa. Lo scudetto dunque sembra colorarsi, ancora una volta, di bianconero ma guai a dirlo ad Allegri.

“Faccio i complimenti ai ragazzi ma non abbiamo vinto nulla – ha spiegato in conferenza stampa. – La nostra forza è la compattezza, la disponibilità di tutti: restiamo tranquilli e concentrati, il resto lo vedremo alla fine”. Serenità e fame, eccola qui la ricetta di Allegri a cui, evidentemente, sembra ispirarsi anche Gattuso. Con quella di Genova siamo a sei vittorie nelle ultime sette di campionato, un ruolino di marcia clamoroso che, complici le frenate di Lazio e Inter, ha riaperto addirittura la strada per la Champions.

Ad oggi i punti di distacco da biancocelesti e nerazzurri sono rispettivamente 6 e 5 ma il derby (con gli uomini di Inzaghi che hanno già giocato) può davvero cambiare le cose, anche se ad oggi non si sa ancora quando si giocherà. Certo però che se il Milan vorrà davvero insidiare chi le sta davanti dovrà fare di più di quanto mostrato a Genova.

La prestazione di Marassi è stata al di sotto delle ultime offerte in campionato e la vittoria finale è frutto più che altro di un episodio, che ha visto André Silva (!) realizzare il suo primo gol in A in pieno recupero (94’), quando l’arbitro aveva già il fischietto in bocca per decretare un grigio 0-0.

“Sono contento anzitutto per lui, finalmente si è sbloccato – il commento di Gattuso. – Temevo il contraccolpo dopo la sconfitta con l’Arsenal, invece la squadra ha avuto una grande reazione. I ragazzi hanno dato tutto, ora l’obiettivo è a portata di mano ma dobbiamo continuare a ragionare partita dopo partita”.

Juventus e Milan archiviano la domenica con due vittorie, l’ideale per preparare i rispettivi impegni infrasettimanali e continuare la corsa verso i propri obiettivi. La strada è ancora lunga ma da ieri, forse, fa un po’ meno paura.

Commenta