Condividi

Isee 2017, giacenza media: cos’è e come si calcola

Il dato serve a compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), il documento da presentare all’Inps per ottenere l’Isee 2017 – Ecco di cosa si tratta e quali sono le operazioni necessarie

Isee 2017, giacenza media: cos’è e come si calcola

Cos’è la giacenza media annua? A cosa serve? Come si calcola? Queste e altre domande perseguitano chiunque abbia a che fare con l’Isee 2017, l’indicatore usato per documentare la situazione economica delle famiglie che richiedono prestazioni sociali agevolate. Con questa breve guida cerchiamo di rispondere in termini semplici ai dubbi più comuni.

1) COS’È LA GIACENZA MEDIA ANNUA?

Per giacenza media annua si intende l’importo medio che abbiamo avuto a disposizione in banca, sul conto corrente o sul conto deposito, nel corso di un anno.

2) A COSA SERVE LA GIACENZA MEDIA ANNUA?

La giacenza media annua è un dato fondamentale per compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), cioè il documento da presentare all’Inps per ottenere il proprio Isee 2017. La sezione del modulo in cui inserire i dati di giacenza media è quella relativa al patrimonio mobiliare.

3) COME SI CALCOLA LA GIACENZA MEDIA ANNUA?

Diciamolo subito: normalmente i calcoli relativi alla giacenza media annua sono una preoccupazione della banca, che, su richiesta, certifica il dato al cliente. Il fai da te è possibile, ma sconsigliato, perché le operazioni sono lunghe e il rischio di sbagliare è alto. In sintesi, la giacenza media annua si determina dividendo la somma delle giacenze giornaliere (cioè i saldi giornalieri del deposito o del conto) per 365, indipendentemente dal numero di giorni in cui il deposito/conto è rimasto aperto.

4) UN ESEMPIO DI CALCOLO?

Per semplificare, immaginiamo che – nel corso di un anno – abbiamo avuto sul conto corrente 1.000 euro per 100 giorni, 700 euro per 15 giorni e 2.000 euro per 250 giorni. In questo caso, il calcolo è il seguente:

· 100gg X una giacenza giornaliera di 1.000 euro = 100.000

· 15gg X una giacenza giornaliera di 700 euro = 10.500

· 250gg X una giacenza giornaliera di 2000 euro = 500.000

· Somma delle giacenze giornaliere: 100.000 + 10.500 + 500.000 = 610.500

· Divisione per i giorni dell’anno: 610.500 / 365 = 1.673. È questo il valore della giacenza media annua sul nostro conto corrente.

5) DOVE TROVARE I VALORI?

Nel calcolo della giacenza media annua è utile far riferimento agli estratti conto, in cui sono riportati i cosiddetti “numeri creditori” all’interno di un prospetto che può assumere varie denominazioni (le più comuni sono “Riassunto scalare”, “Calcolo delle competenze”, “Calcolo degli interessi” e “Scalare per valuta”). Per ottenere la giacenza media basta sommare i “numeri creditori totali” riportati negli estratti conto in maniera da coprire tutto l’anno e poi dividere per 365.

2 thoughts on “Isee 2017, giacenza media: cos’è e come si calcola

  1. Salve, non capisco una cosa! le carte prepagate anno necessita di dichiarare la giacenza media, o basta il saldo di fine anno?
    la mia banca mi ha fornito senza problemi il saldo e la giacenza media del conto corrente, ma solo il saldo della carta prepagata

    Reply

Commenta