Condividi

Intelligenza artificiale, Hera: accordo con Energy Way

L’intesa ruota intorno alle attività di Big Data ed intelligenza artificiale e mira a favorire lo sviluppo di sistemi di ottimizzazione ed efficientamento nei settori di riferimento della multiutility, oltre al consolidamento del percorso di rafforzamento delle competenze e delle professionalità del Gruppo. Martedì 17 ottobre le due società protagoniste di un convegno sui Big Data a Modena.L’a

Intelligenza artificiale, Hera: accordo con Energy Way

Innovazione tecnologica, sistemi integrati, intelligenza artificiale, uso efficiente delle risorse energetiche: passa da queste componenti chiave la quarta rivoluzione industriale, o Industria 4.0, che mira a rendere smart le città. Un processo inarrestabile, nel quale le multiutility giocano un ruolo rilevante di soggetti “abilitanti” lo sviluppo. Per questo il Gruppo Hera ha scelto di proseguire nel percorso di rafforzamento di competenze e professionalità negli ambiti dei data analytics, attraverso la firma di un accordo di collaborazione con la startup modenese Energy Way, specializzata nello sviluppo di soluzioni e modelli matematici per l’ottimizzazione e l’efficientamento dei processi industriali, forte anche dell’esperienza di collaborazioni con colossi del calibro di Google e IBM.

Gli ambiti di intervento compresi nell’accordo riguardano le attività di Big Data, modelli Machine learning e intelligenza artificiale che saranno applicati ai diversi settori in cui opera Hera (acqua, ambiente, energia, gas e teleriscaldamento). L’obiettivo della cooperazione consiste nel favorire e promuovere lo scambio di esperienze, lo sviluppo di iniziative formative, la realizzazione di progetti e il processo di crescita reciproco, attivando strumenti di consultazione, studio, programmazione e di possibile certificazione di brevetti.

Energy Way collabora già da tempo con la multiutility bolognese su progetti specifici che, in questi mesi, hanno permesso di mettere a punto un modello volto a migliorare ulteriormente i processi di efficienza energetica nell’impianto di termovalorizzazione di Ferrara, oltre a studiare sistemi innovativi per l’area trading con riferimento al mercato elettrico.

“L’innovazione è un asse portante della strategia di sviluppo del Gruppo Hera ed è fondamentale per poter eccellere” è il commento del Direttore Centrale Innovazione di Hera, Salvatore Molé. “La rivoluzione digitale richiede competenze sempre più specialistiche, da coltivare sia attraverso la formazione continua, sia con l’individuazione di partner d’eccellenza. Da questo punto di vista le startup sono un fenomenale acceleratore del processo di crescita e siamo molto felici di poter rafforzare e consolidare la collaborazione con Energy Way, società all’avanguardia nello sviluppo di algoritmi innovativi per l’ottimizzazione dei nostri processi industriali”.

“Siamo onorati di poter lavorare per una società come Hera che, oltre ad essere leader nei mercati di riferimento, si pone come modello per l’economia circolare e per le metodologie di ottimizzazione dei processi” spiega Fabio Ferrari, Amministratore Delegato di Energy Way. “Il Gruppo Hera è come noi convinto che la vera rivoluzione non è più nelle macchine che elaborano i dati, ma nei dati stessi e soprattutto nella capacità di analizzarli e usarli per attuare un cambiamento”.

Di Big Data e rivoluzione dei processi industriali si parlerà martedì 17 ottobre, a partire dalle 17, all’Auditorium “G. Fini” di Modena, nell’ambito di un evento organizzato da Energy Way in collaborazione con Confindustria Emilia, al quale prenderà parte anche l’Amministratore Delegato del Gruppo Hera, Stefano Venier, per presentare una case history della società.

Commenta