Condividi

Inflazione in lieve aumento nei Paesi Ocse

Il settore energetico spinge l’inflazione nei Paesi dell’Organizzazione, nonostante il rallentamento degli alimentari: ad agosto 2%, rispetto all’1,9% di luglio.

Inflazione in lieve aumento nei Paesi Ocse

Inflazione in lieve aumento nei Paesi Ocse, sotto la spinta in particolare del capitolo energia che è stata solo in parte compensata dal rallentamento degli alimentari. L’indice dei prezzi al consumo dell’area in agosto è salito così al 2% tendenziale dall’1,9% di luglio: si tratta del primo incremento degli ultimi dodici mesi (agosto 2011).

L’Ocse ha rilevato che nel mese preso in considerazione che l’inflazione calcolata sui prezzi dell’energia ha accelerato al 3,5% dallo 0,7% di luglio, mentre l’indice relativo alla componente degli alimentari è sceso al 2,1% dal 2,3% del mese precedente. Escludendo questi due settori l’inflazione tendenziale dell’intera area Ocse risulta rallentata all’1,6% dall’1,8%: si tratta del livello più basso degli ultimi 13 mesi.



Commenta