Condividi

In Brasile l’auto tira l’economia. Appena inaugurato nuovo stabilimento Bmw

Le prime luci di una ripresa del’economia mondiale, a parte in Cina, abbondano in Brasile. In agosto la produzione industriale è fortemente aumentata su luglio, ed è stata l’auto a tirare – La presidente Dilma Roussef ha appena inaugurato la prima pietra di una fabbrica della Bmw, nello stato di Santa Caterina.

In Brasile l’auto tira l’economia. Appena inaugurato nuovo stabilimento Bmw

Fra crescita debole in America, recessione in Europa e rallentamento in Asia, non ci sono spesso buone notizie per l’economia mondiale. Ma le indicazioni di ripresa, a parte le prime luci in Cina, abbondano in Brasile. In agosto la produzione industriale è fortemente aumentata su luglio, ed è stata l’auto a tirare. Non si tratta di una congiunturale ‘fiammata nella padella’: l’industria automobilistica è in un trend strutturale di espansione. Il Brasile si muove lungo quel confine magico, quando la classe media si allarga e improvvisamente si affacciano sul mercato dell’auto milioni di famiglie che hanno raggiunto il livello di reddito necessario ad acquistare un veicolo a quattro ruote.

La presidente Dilma Roussef ha appena inaugurato la prima pietra di una fabbrica della BMW, nello stato di Santa Caterina (nel sud del paese). Non solo: la Land Rover e la Renault-Nissan hanno annunciato la costruzione di nuovi stabilimenti. Si stima che di qui al 2015, in soli tre anni la capacità produttiva dell’auto brasiliana aumenterà da 4,3 milioni a 6,6 milioni di unità. Certamente, nel mondo intero vi è un eccesso di capacità produttiva, che tuttavia è concentrato in Europa e in Giappone. Ma le iniziative brasiliane si basano sulla convinzione che la maggiore produzione sarà assorbita dalla domanda interna.



http://riotimesonline.com/brazil-news/rio-business/auto-industry-boosts-brazil-recovery/#

Commenta