Condividi

Il “Tripadvisor” delle banche: ecco la classifica

Sul portale sceglibanche.it è possibile valutare gli istituti bancari nel loro complesso e sotto diversi aspetti – Mediolanum in testa con una media del 4,74 su 5, anche se la migliore per convenienza, secondo gli utenti, è Fineco – La Popolare di Vicenza risulta l’istituto peggiore secondo tutti i punti di vista.

Il “Tripadvisor” delle banche: ecco la classifica

Mediolanum è la banca che piace di più agli utenti del web, mentre la Popolare di Vicenza è la peggiore. A dirlo sono i giudizi espressi dai clienti sul portale sceglibanche.it, dove gli istituti bancari, alla stregua di quanto avviene su tripadvisor per i ristoranti, possono essere votati e valutati.

Oltre a poter esprimere giudizi sui propri istituti bancari, il portale offre una community che permette ai clienti di parlarsi, di esprimere giudizi su banche e filiali, sulla convenienza, certo, ma anche su aspetti niente affatto secondari, come la gentilezza, la professionalità, i servizi online. 

Su 9.056 giudizi espressi al 9 luglio la banca che piace di più agli utenti del web, come detto, è Banca Mediolanum, che vanta una media del 4,74 su 5, e che risulta prima anche per i servizi online. La miglior banca per professionalità è la Banca Popolare di Bergamo, con una media del 4,7. La migliore per gentilezza,  addirittura con un 5/5 pieno, è una piccola banca locale, la Banca di Caraglio, del Cuneese e della Riviera dei Fiori. La migliore per convenienza, invece, è Fineco, con 4,66.

Il fanalino di coda, come già anticipato, è la Banca Popolare di Vicenza, con 3,13, che risulta l’istituto peggiore da tutti i punti di vista, dalla gentilezza alla convenienza alla professionalità ed ai servizi online. Sui giudizi sull’istituto possono aver pesato anche le ultime notizio che lo riguardano, anche se le difficoltà finanziarie non hanno affossato, ad esempio, Veneto Banca, 4,55.

“Per la prima volta in Italia i clienti della banche possono far sentire la propria voce. E lo fanno con piacere, visto che in poco più di un mese abbiamo raccolto oltre 9000 giudizi. Lo fanno anche responsabilmente, perché i giudizi sono meno negativi di quanto ci si poteva aspettare, spesso anche in controtendenza rispetto alle cattive notizie finanziarie riguardanti alcuni istituti, segno che si tratta davvero di esperienze personali, e che comunque in alcuni casi la struttura sul territorio, le filiali, il personale, è comunque efficiente e di qualità. – ha dichiarato Domenico Zarella, Amministratore di Sceglibanche.it .

“Periodicamente – ha proseguito Zarella – divulgheremo i nostri dati, perché il web può portare una rivoluzione culturale anche nel mondo bancario, riportando al centro il cliente e la qualità del servizio. E questo può essere fatto proprio ascoltando gli utenti, che sono una preziosa fonte di suggerimenti per qualunque azienda e per le banche in particolare.”.

Commenta