Condividi

Icbpi: l’utile supera i 104 milioni

Il nuovo corso guidato da Paolo Bertoluzzo, dopo l’acquisizione dei fondi Advent International, Bain Capital e Clessidra comincia a dare i suoi frutti – In nwtto rialzo anche l’ebitda (+13,2%) e gli investimenti (+34,2%).

Icbpi: l’utile supera i 104 milioni

Il nuovo corso guidato da Paolo Bertoluzzo, dopo l’acquisizione dei fondi Advent International, Bain Capital e Clessidra comincia a dare i suoi frutti. A testimoniarlo sono i conti 2016 dell’Istituto centrale banche popolari italiane. L’Icbpi ha chiuso l’anno passato con un utile netto in crescita del 14,9% a 104 milioni di euro.

I ricavi operativi hanno raggiunto i 688,5 milioni, in salita dell’1,1% rispetto al 2015. I ricavi da servizi e commissioni sono aumentati del +4,4%. L’Ebitda si è attestato a 227,3 milioni di euro, in rialzo +13,2% rispetto all’anno precedente.

Saliti anche gli investimenti che nel 2016, hanno segnato un incremento del 34,2% rispetto al 2015 in un contesto di forte cambiamento determinato dall’arrivo del nuovo management e il rinnovo aziendale conseguente all’acquisizione da parte dei nuovi azionisti, Advent International, Bain Capital e Clessidra.

I risultati, si legge in una nota – rafforzano l’obiettivo di Icbpi – CartaSi di diventare il Campione nazionale dei pagamenti digitali in partnership con le Banche, con la scala necessaria per investire in tecnologie e in competenze best in class previsti dal nuovo piano industriale, approvato lo scorso febbraio.

 

Commenta