Condividi

Golf, Molinari torna nei primi 50

Con il terzo posto al Memorial, la settimana scorsa, l’italiano è rientrato nei primi 50 giocatori del World Ranking, dopo mesi di esilio, passando da 59esimo a 44esimo e nella Fedex è salito dal 134esimo al 93esimo posto.

Golf, Molinari torna nei primi 50

Francesco Molinari continua a scalare posizioni nelle classifiche mondiali di golf grazie a una serie di mirabolanti prestazioni. Con il terzo posto al Memorial, la settimana scorsa, è rientrato nei primi 50 giocatori del World Ranking, dopo mesi di esilio, passando da 59esimo a 44esimo e nella Fedex è salito dal 134esimo al 93esimo posto. Sono traguardi utili per guardare con ottimismo al futuro, per aspirare ai Playoffs, i ricchissimi tornei finali del tour americano e per conservare la carta Usa. 

Si tratta di obiettivi alla portata dell’italiano, che ha un gioco bello e preciso come pochi altri, un talento che gli sarà utile anche la settimana prossima, allo Us Open, il secondo major dell’anno. Questo weekend invece l’atleta resta in famiglia, come molti suoi colleghi, in attesa del grande impegno che li attende a Chambers Bay.

Due, comunque, sono i tornei in programma anche questa settimana sui due tour principali. 

Negli Usa si disputa il Fedex St. Jude Classic, sul percorso del TPC Southwind a Memphis nel Tennessee. I big sono meno del solito, ma basta un nome come Phil Mickelson a nobilitare l’appuntamento. Insieme a lui Dustin Johnson, Billy Horschel, Luke Donald, Graeme McDowell, Padraig Harrington. Difende il titolo Ben Crane, 39enne di Portland (Oregon) con cinque successi sul circuito. Il montepremi è di sei milioni di dollari, poco più di un milione di prima moneta.

L’European Tour si trasferisce in Austria per il Lyoness Open, sul tracciato del Diamond Country Club ad Atzenbrugg. Si tratta di un impegno importante per Matteo Manassero, Marco Crespi, Andrea Pavan, Alessandro Tadini e Renato Paratore che hanno bisogno di qualche buon risultato.

Fanno parte del field Gregory Bourdy, Romain Wattel, Julien Quesne, Chris Wood. Difende il titolo lo svedese Mikael Lundberg, 42enne di Helsingborg. Il montepremi è di 1,5 milioni di euro, 250 mila euro per il vincitore.

Commenta