Condividi

Golf, Manassero in Portogallo: caccia alla prima vittoria nel 2014

Il circuito europeo questa settimana fa tappa in Portogallo per il quartultimo torneo prima della Final Series, i 4 appuntamenti che chiudono il “campionato” di golf del Vecchio Continente.

Golf, Manassero in Portogallo: caccia alla prima vittoria nel 2014

Mentre il Pga Tour inaugura la stagione 2014-2015 e una nuova classifica Fedex, il circuito europeo questa settimana fa tappa in Portogallo per il quartultimo torneo prima della Final Series, i 4 appuntamenti che chiudono il “campionato” di golf del Vecchio Continente. Fra i contendenti, da oggi in gara, c’è anche un quartetto di italiani eccellenti, capitanato dal numero 49 del mondo Francesco Molinari e composto da Matteo Manassero, Marco Crespi e Andrea Pavan.

Francesco cercherà di conquistare finalmente il suo primo trofeo in Algarve, dove si è sempre comportato molto bene in tutte e sette le edizioni cui ha partecipato, piazzandosi ogni volta entro il 38esimo posto e arrivando secondo in ben due edizioni. Il Portugal Masters, che si disputa sullo spettacolare Oceånico Victoria Golf Club, a Vilamoura in Algarve, fa gola però anche al giovane Matteo, desideroso di riscattare una stagione deludente.



“Da quando sono sul tour ho vinto un torneo ogni anno – dice Manassero –  ma nel 2014 non ci sono ancora riuscito. Non vorrei interrompere il ciclo positivo e il Portugal Masters è una buona occasione per mantenere questa continuità”. L’appuntamento è molto importante anche per Andrea Pavan, che rischia di perdere la carta.

Il field è di buon livello e comprende gli spagnoli Alvaro Quiros e Rafael Cabrera Bello, gli inglesi Oliver Wilson, reduce dal successo nell’Alfred Dunhill Links, Tommy Fleetwood, Danny Willett e David Lynn, che difende il titolo, il nordirlandese Darren Clarke, l’irlandese Padraig Harrington, il belga Nicolas Colsaerts, lo scozzese Marc Warren, i sudafricani Jbe Kruger e Branden Grace, l’austriaco Bernd  Wiesberger, il thailandese Thongchai Jaidee e il portoghese Ricardo Gouveia, a segno domenica scorsa a Roma nell’EMC Golf Challenge (Challenge Tour) sul percorso dell’Olgiata. In palio ci sono due milioni di euro, con 333.330 euro di prima moneta. L’appuntamento viene trasmesso in diretta su  Sky Sport con il commento di Silvio Grappasonni.

La nuova stagione del PGA Tour intanto inizia con anticipo sull’anno solare partendo da Napa, in California, con il Frys.com Open (9-12 ottobre) sul percorso del Silverado CC. Praticamente disertato da quasi tutti i giocatori più forti, il field comunque è di buona levatura per la presenza di Jimmy Walker, che difende il titolo, di Matt Kuchar, Hunter Mahan, Brandt Snedeker, Bo Van Pelt, dell’inglese Lee Westwood, dello spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, del fijano Vijay Singh, del sudafricano Retief Goosen e di Brendon de Jonge dello Zimbabwe. Il montepremi è di sei milioni di dollari, oltre un milione gratificherà il vincitore.

Fra i contendenti, da oggi in gara, c’è anche un quartetto di italiani eccellenti, capitanato dal numero 49 del mondo Francesco Molinari e composto da Matteo Manassero, Marco Crespi e Andrea Pavan.

Francesco cercherà di conquistare finalmente il suo primo trofeo in Algarve, dove si è sempre comportato molto bene in tutte e sette le edizioni cui ha partecipato, piazzandosi ogni volta entro il 38esimo posto e arrivando secondo in ben due edizioni. Il Portugal Masters, che si disputa sullo spettacolare Oceånico Victoria Golf Club, a Vilamoura in Algarve, fa gola però anche al giovane Matteo, desideroso di riscattare una stagione deludente. 

“Da quando sono sul tour ho vinto un torneo ogni anno – dice Manassero –  ma nel 2014 non ci sono ancora riuscito. Non vorrei interrompere il ciclo positivo e il Portugal Masters è una buona occasione per mantenere questa continuità”.

L’appuntamento è molto importante anche per Andrea Pavan, che rischia di perdere la carta.

Il field è di buon livello e comprende gli spagnoli Alvaro Quiros e Rafael Cabrera Bello, gli inglesi Oliver Wilson, reduce dal successo nell’Alfred Dunhill Links, Tommy Fleetwood, Danny Willett e David Lynn, che difende il titolo, il nordirlandese Darren Clarke, l’irlandese Padraig Harrington, il belga Nicolas Colsaerts, lo scozzese Marc Warren, i sudafricani Jbe Kruger e Branden Grace, l’austriaco Bernd  Wiesberger, il thailandese Thongchai Jaidee e il portoghese Ricardo Gouveia, a segno domenica scorsa a Roma nell’EMC Golf Challenge (Challenge Tour) sul percorso dell’Olgiata. In palio ci sono due milioni di euro, con 333.330 euro di prima moneta. L’appuntamento viene trasmesso in diretta su  Sky Sport con il commento di Silvio Grappasonni.

La nuova stagione del PGA Tour intanto inizia con anticipo sull’anno solare partendo da Napa, in California, con il Frys.com Open (9-12 ottobre) sul percorso del Silverado CC. Praticamente disertato da quasi tutti i giocatori più forti, il field comunque è di buona levatura per la presenza di Jimmy Walker, che difende il titolo, di Matt Kuchar, Hunter Mahan, Brandt Snedeker, Bo Van Pelt, dell’inglese Lee Westwood, dello spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, del fijano Vijay Singh, del sudafricano Retief Goosen e di Brendon de Jonge dello Zimbabwe. Il montepremi è di sei milioni di dollari, oltre un milione gratificherà  il vincitore.

Commenta