Condividi

Gli esordi della Maserati in mostra a Bologna

“Primo dicembre 1914. La storia della Maserati comincia in via De’ Pepoli, 1/a”: questo il titolo della carrellata di documenti e fotografie raccolte dall’Archivio storico petroniano, che ospita l’esposizione fino al 23 dicembre – Prima di diventare leggenda, la casa del tridente era solo un garage e un’officina meccanica per riparazioni di automobili.

Gli esordi della Maserati in mostra a Bologna

La giovinezza della Maserati diventa una mostra a Bologna, dove si celebrano i cento anni dalla nascita della prestigiosa casa automobilistica. “Primo dicembre 1914. La storia della Maserati  comincia  in  via  De’ Pepoli, 1/a”: questo il titolo della carrellata di documenti e fotografie raccolte dall’Archivio storico petroniano, che ospita l’esposizione fino al 23 dicembre.

La casa del tridente agli esordi è solo un garage e un’officina meccanica per riparazioni di automobili. I fratelli Maserati hanno però un indubbio talento per la meccanica, visto che durante la Grande Guerra brevettano, a Milano, delle candele per aeroplani militari, utilizzate persino da Gabriele D’Annunzio nel suo raid su Vienna.



In quegli stessi anni, sempre a pochi passi delle due torri, si cominciano ad allestire auto da corsa, soprattutto sotto la spinta di Alfieri Maserati, pilota appassionato, che vince parecchi Gran Premi. Nel ’19, a conflitto concluso, la situazione migliora ulteriormente, l’officina s’ingrandisce, si trasferisce fuori porta e diventa una vera azienda. La prima automobile interamente Maserati viene fabbricata nel 1926 e, per la prima volta, porta il simbolo del tridente stilizzato, omaggio alla fontana del Nettuno di Bologna, disegnato dal fratello “artista” Mario Maserati.

La documentazione messa a disposizione dell’Archivio arriva fino al 1939-1940, quando il matrimonio fra Bologna e la Maserati finisce, dopo la morte di Alfieri, per la decisione dei fratelli di cedere il marchio all’industriale Adolfo Orsi, che trasferisce l’azienda a Modena. La  mostra (1-23 dicembre) è aperta dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13, il martedì e giovedì anche dalle 15  alle 17, l’ingresso è gratuito. Visite guidate su prenotazione allo 051-500401.

Commenta